Torna al "Pacifico" la rassegna "A teatro con la scuola"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1386

SULMONA. Comincia giovedì 18 gennaio A teatro con la scuola, rassegna organizzata da L’Uovo Teatro Stabile di Innovazione di concerto con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Sulmona. Il cartellone prevede 9 rappresentazioni mattutine al Cinema Teatro Pacifico per le scolaresche elementari e medie di Sulmona e del comprensorio peligno.
Lo spettacolo che nella mattina di domani aprirà la rassegna, è la più recente produzione de L'Uovo, reduce dall'applaudito debutto a L'Aquila e prossimo ad una lunga tournée nazionale che lo porterà nei maggiori teatri di sei regioni. …Storia di un soldato…- è questo il titolo della pièce di Maria Cristina Giambruno – sarà replicato anche venerdì 19 e sabato 20 gennaio.
E' da una antica fiaba russa, tramandata da Aleksandr Nikolaevic Afanasjev con il titolo “Il Soldato disertore”, che trae spunto … Storia di un soldato….
L'autrice e regista sottolinea e amplifica nell'interpretazione della figura del soldato la sua valenza quanto mai attuale di persona lacerantemente divisa tra l'aspirazione all'Essere, ciò che è in una sua serena vita affettiva, e la seduzione dell'Avere, in forma di facile conquista di beni materiali.
Del resto, colui che lo tenta gli appare nelle vesti affascinanti di un ricco, generoso e suadente signore, non in quelle del diavolo…
Come riconoscerlo allora? Come evitarlo o neutralizzarlo? Il Soldato cosa sceglierà? Cosa farà di sé e della sua vita?
Lo spettacolo in fondo non lo dice; il finale è aperto: ne sia arbitro lo spettatore… il quale tuttavia può ben immaginare che il Soldato dovrà fare appello al senso di responsabilità verso se stesso e alla sua coscienza per affermare con la sua scelta che le gioie vere della vita non hanno prezzo, come la libertà! Inevitabilmente lo spettacolo diviene luogo di riflessione, investito in potenza di tante “emergenze” legate alla contemporaneità del mondo dei giovani, e non solo, e alla attualità delle cronache di oggi.
Gli spettatori vengono emozionalmente coinvolti da una messinscena che si arricchisce delle forme espressive di immagini in video in un teatro sostanzialmente d'attore, sostenuto da una messa in spazio organica in cui luci, suono e scenografia giocano un ruolo egualmente determinante. Da questo insieme scaturisce uno spettacolo di grande fascino, dal ritmo agile e di forte presa emotiva sul pubblico.
La stagione proseguirà con altri tre spettacoli di produzioni diverse, che saranno proposti sempre di mattina: “I tre porcellini” (30 e 31 gennaio), La principessa e il soldato (20 e 21 marzo) e “Lo schiaccianoci” (27 e 28 marzo).


17/01/2007 11.45