La troupe di "Sì viaggiare" in Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1277

TELEVISIONE. Pescara, Fossacesia, San Vito Chetino, protagoniste in onda giovedì alle 10.15, per una puntata alla scoperta dei luoghi dannunziani e del gusto.
Da Nord a Sud per il Bel Paese alla ricerca degli itinerari turistici e del gusto più interessanti, la trasmissione di Rai due "Sì viaggiare" questa volta si è occupata dell'Abruzzo con una puntata che verrà trasmessa giovedì mattina alle 10.15.
L'itinerario tracciato dal giornalista della Rai Mauro Lozzi, ospitato nelle scorse settimane con la sua troupe, parte da Pescara con una visita nel centro storico e nella casa d'Annunzio. Non poteva mancare una colazione nella pasticceria "Caprice" di Fabrizio Campione, che dista pochi metri dalla casa del poeta.
Il noto pasticcere, premiato di recente con il massimo punteggio dalla guida dei bar d'Italia del Gambero Rosso, ha parlato della sua storica attività e delle sue speciali rivisitazioni del gelato, come quella alla Centerba Toro, all'olio d'oliva e al pecorino, che l'hanno reso famoso in tutta Italia.
La troupe si è spostata quindi in direzione sud alla volta di Fossacesia, con tappa all'abbazia di San Giovanni in Venere, che sorge sulle rovine del vecchio tempio pagano.
Qui è stato filmato il Grande Ulivo secolare alla presenza del mastro oleario Giuseppe Ursini impegnato in un progetto di recupero dell'esemplare.
Ursini ha raccontato il nostro Abruzzo e la zona di elezione della sua azienda, l'agro di Fossacesia, e ha illustrato la preparazione degli oli extravergini di oliva e di proposte agroalimentari davvero originali, come la frutta sott'olio.
Il giornalista Rai ha quindi visitato il trabocco di Bruno Verì alla marina di Fossacesia, dove sono state issate le reti e dove si è gustato il pescato locale.
Infine la registrazione si è spostata a San Vito Chietino, altro luogo dannunziano importante per l'Eremo che ospitò il poeta durante la composizione del "Trionfo della morte".
Il giro è terminato sullo splendido belvedere Marconi, con vista panoramica sulla Costa dei Trabocchi da una parte, e con le montagne dall'altra.
21/11/2006 12.19