La musica classica parte da Chieti e arriva in Spagna

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1530

CHIETI. Una nuova produzione discografica e una imminente tournée che toccherà i più rinomati centri di musica classica spagnoli, per la formazione teatina I Fiati Italiani, nata nel 1992 su iniziativa della S.i.m.t. (Società italiana di musica e teatro di Chieti), presieduta dal maestro Antonello Pellegrini.
Alla presentazione ufficiale della tournée promozionale, che si è tenuta lunedì 23 ottobre, nella sala consiliare del Comune di Chieti, erano presenti oltre al presidente della S.i.m.t, anche il vicesindaco Andrea Catena e il giornalista Rai e critico, Franco Farias.
I Fiati Italiani (formazione versatile dal Trio al Decimino) riunisce alcuni tra i migliori musicisti italiani, provenienti da importanti istituzioni orchestrali (Orchestra Filarmonica della Scala, Orchestra Teatro dell'Opera di Roma, del San Carlo di Napoli e del Petruzzelli di Bari, Orchestra Sinfonica abruzzese, Orchestra Sinfonica nazionale della Rai), che in pochi anni hanno dato vita ad un sodalizio che ha assunto un ruolo di primo piano nel panorama musicale italiano ed europeo. «Una realtà importante e affermata», ha sottolineato il vicesindaco Catena, «che promuove nel mondo l'immagine di Chieti città della cultura».
In occasione nell'anno Mozartiano, la casa discografica Aulia ha scelto proprio il gruppo dei Fiati Italiani per produrre un disco sul genio salisburghese. In questo Cd ("W.A. Mozart I Fiati Italiani" – Aulia), infatti, sono contenute alcune delle opere più belle ed importanti che Mozart ha dedicato agli strumenti a fiato: il Divertimento K 213 in Fa, il Divertimento K226 in Mib, e il noto quintetto per fiati e pianoforte K 452. Protagonisti di questo CD sono: Maurizio Colasanti oboe, Antonello Pellegrini clarinetto, Ivana Francisci pianoforte, Marcello Martella corno ed Alfonso patriarca fagotto. In questa ottava produzione discografica dei Fiati Italiani, nella circostanza in veste di Quintetto, l'arte di Mozart verrà dunque riproposta, dando risalto a quella produzione "d'occasione", da cui il celebre compositore ricavò un piccolo guadagno immediato per il proprio sostentamento senza che la necessità del profitto comportasse mai un atteggiamento superficiale sul piano compositivo.
«Siamo orgogliosi», ha sottolineato in conferenza stampa il maestro Pellegrini, « di poterci esibire in due veri templi della musica classica, rendendo omaggio, proprio in occasione dell'Anno Mozartiano al grande genio salisburghese, con un repertorio "significativo" adatto ad un quintetto di fiati da camera».
La tournée promozionale toccherà il Caja Vital Kutxa´s auditorium (Dendaraba) di Bilbao il prossimo 30 ottobre e il Salón Plenos del Ayuntamiento de San Sebastián" Schoenberg Dodecaphonic Society a San Sebastian, il giorno seguente.
25/10/2006 9.53