"Interferenze" a Teramo: il Festival che stupisce

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2540

"Interferenze" a Teramo: il Festival che stupisce
E' stato presentato ieri il Festival Interferenze, che avrà luogo a Teramo nelle giornate del 22, 23 e 24 settembre.
La conferenza stampa ha avuto uno svolgimento particolare,è stata organizzata su un autobus all'interno del quale si sono alternate diverse esibizioni artistiche, cosicchè da riproporre in piccolo quello che potrebbe accadere nei giorni di Interferenze.
Il Festival, prodotto da Electa e promosso dal Comune di Teramo con il patrocinio di Provincia e Regione, trasformerà per tre giorni la città in un grande scenario teatrale per brevi spettacoli di danza, musica, teatro e installazioni.
Tutta la città sarà costellata di performance artistiche, circa un centinaio, che si svolgeranno, anche contemporaneamente, nei luoghi simbolo della città come Piazza Orsini o Piazza Martiri o la bellissima Piazza S. Anna, ma anche luoghi meno “scontati” mai utilizzati come palcoscenici, ad esempio le vetrine dei negozi, l'ufficio postale, i caffé, cortili di case private aperti al pubblico per l'occasione, l'autobus di linea, le scuole.
Gli artisti che si esibiranno durante i tre giorni del festival sono tutti di eccezionale livello come Kataklisma Teatro, Kincaleri, Gruppo Nanou e tanti altri.
«Il Comune di Teramo è contento di promuovere Interferenze» dichiara l'Assessore alla Cultura del Comune di Teramo Mauro Di Dalmazio «perchè è un progetto ambizioso e di ampio respiro. Questa prima edizione sarà sicuramente un grande successo e negli anni diventerà un punto di riferimento per gli artisti in campo nazionale. Sono sicuro» ha continuato l'Assessore «che in questi tre giorni Interferenze darà un bello scossone alle tranquille abitudini dei teramani e farà molto parlare di sé, incuriosirà, farà forse anche discutere, e sicuramente attirerà l'attenzione di molti».
Eleonora Coccagna, ideatrice e organizzatrice del Festival aggiunge «Interferenze, che guarda allo spazio non più come ad un contenitore ma come parte integrante dell'esibizione, avrà di che stupire la cittadinanza teramana. Sono circa 100 le performance che di alterneranno per tre giorni nelle vetrine dei negozi, nei portoni dei palazzi, negli uffici degli enti pubblici e in tantissime altre location, e ogni luogo di esibizione verrà segnalato da un totem con l'immagine dell'occhio aperto sulla città che accompagna tutta la campagna informativa. Quindi si potrà essere sorpresi da una esibizione inaspettata ma anche seguire dei percorsi per cercare le esibizioni che più interessano e fermarsi presso un totem aspettando di vedere che succede. Nei prossimi giorni verranno distribuite in tutto il centro storico della città le brochure con orari, luoghi delle esibizioni e brevi descrizioni delle performance. Ricordo inoltre che tutti i cittadini sono invitati al Gala di chiusura che si terrà domenica 24 settembre dalle ore 19,30 in poi nelle sale di Electa (accanto all'Hotel Michelangelo), con esibizioni all'interno e all'esterno della struttura, senza soluzione di continuità, sino a notte fonda».

20/09/2006 10.21