Il "Concerto della Pace" a Celano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1605

CELANO. A Castello Piccolomini ore 18:00, sabato 9 settembre 2006, l’evento musicale che chiuderà il cartellone di “Bastioni e Bastimenti” e di “Uomini e Popoli tra guerra e pace”.
Un appuntamento, quello di sabato, di grandissima levatura e con ben due prime assolute del maestro Roman Vlad, considerato tra le più eminenti personalità artistiche d'Europa. Vlad presenta a Celano, in prima mondiale, le sue “Invettive e Invocazioni sul Dies Irae”, una cantata per baritono solo, coro di voci bianche e orchestra in omaggio alla figura di Tommaso da Celano, e una libera trascrizione per baritono e orchestra della Cantata K. 61 di Mozart. Sarà l'Orchestra Giovanile Abruzzese ad eseguire le opere di Vlad. In conferenza stampa Vlad, rumeno di nascita ma cittadino italiano dal '56, ha manifestato grande interesse per l'opera di Tommaso da Celano: «Un'opera alla quale sono molto legato e che conserva una valenza di grande attualità. Sono cittadino onorario dell'Aquila», ha aggiunto il maestro Roman Vlad, «ma mi sento anche cittadino spirituale di Celano».
Walter Tortoreto, presidente dell'Orchestra Giovanile Abruzzese, ha rimarcato la grandezza del compositore, autore tra l'altro di numerose colonne sonore per il cinema: «E' forse il più grande musicista e studioso di musica contemporanea. La sua presenza a Celano sarà un'occasione di incontro importante per tutti, per i giovani in particolare e per riflettere sul tema della pace».

L'OGA, composta da 60 strumentisti, eseguirà in prima mondiale assoluta due composizioni le Invettive e invocazioni sul Dies irae (di Tommaso da Celano) per baritono, coro di voci bianche ed orchestra e la trascrizione per baritono ed orchestra della Cantata K.619 di W.A. Mozart sulla pace.
Il concerto, diretto da Alessio Vlad, direttore artistico del Teatro San Carlo di Napoli, si concluderà con l'esecuzione della Sinfonia in Sol minore K.550 scritta nel 1788 da Wolfgang Amadeus Mozart, del quale ricorre quest'anno il 250° anniversario della nascita.

08/09/2006 8.52