Teatro. "In-visibilità" per la regia di Luciano Paesani

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1018

CITTA' SANT'ANGELO. Ci sono città vive e vitali, come quelle raccontate da Italo Calvino, e città che vivono di una libertà solo apparente come quelle descritte da William Irish (pseudonimo di Cornell Woolrich).
Ci sono la forza della parola e la fisicità dei gesti.
Di questo e di molto altro parlerà la rappresentazione teatrale “In-visibilità”, per la regia di Luciano Paesani.
Abruzzese illustre, scrittore e regista radiofonico, televisivo e teatrale, docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo presso la Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell'Università degli Studi "G. d'Annunzio" di Chieti-Pescara, Luciano Paesani calcherà il suggestivo palcoscenico del teatro comunale di Città Sant'Angelo (domani 8 settembre, alle 21) per il penultimo appuntamento di Musica &' Arte 2006, organizzato dall'associazione culturale “Aria Nuova”.
Insieme al professore, ci saranno in scena Annamaria Caravaggio, Giulia Parrucci e Rossano Angelini. La drammaturgia è curata da Annamaria Caravaggio, mentre le coreografie da Silvia Pellegrini. Interverranno in scena anche gli attori Albano Paolinelli e Alessandro Boni e i ballerini Anna D'Orazio e Gabriele D'Addazio del “Centro Heat” di Pescara. Gli strumentisti sono Piero Caravaggio, Alejandra Meda, Gabriele Cicoria della Compagnia di Canto Popolare Oquetus. Ingresso libero.
Nel corso della serata, il presidente dell'associazione “Aria Nuova” Angelo D'Ottavio, consegnerà il premio Arte 2006 all'abruzzese Luciano Primavera, uno dei più noti pittori contemporanei, “per aver esportato l'arte italiana nel mondo”.

07/09/2006 11.45