Il nuovo Sud si dà appuntamento a Taranta Peligna

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1968

Tamburi che risuonano nella notte, mani e piedi che battono a ritmo, la febbre della danza che sale e si trasmette dai suonatori al pubblico e dal pubblico ai suonatori, in un rituale antico che non smette di travolgere a appassionare: il 5 e 6 agosto prossimi a Taranta Peligna (CH) si svolgerà la seconda edizione di Le Note de La Taranta - canti, balli e suoni del Nuovo Sud".
La manifestazione, organizzata dall'Associazione La Tela del Ragno, è nata con l'obiettivo di diffondere le tradizioni musicali locali del Sud Italia, dando spazio a gruppi che si collocano al di fuori della grande distribuzione ma che non temono gli spazi della ricerca e della contaminazione.
Arrivano dal quartiere Scampia di Napoli gli A67, la band che aprirà la manifestazione sabato, nell'Area Lanifici, mentre domenica sera, dentro le mura della chiesa di San Biagio, protagonisti saranno i ritmi del Salento con i concerti di Aramiré e Officina Zoé.
«Si tratta di gruppi provenienti da zone difficili, di cui portano tutte le contraddizioni», spiega Marcello Di Martino, dell'Associazione La Tela del Ragno «Farli suonare in un piccolo comune della montagna abruzzese, significa dare ai nostri giovani l'opportunità di conoscere problematiche diverse e di allargare le coscienze».

Le Note de La Taranta, infatti, non è solo musica: domenica 6, a partire dalle 10, ci sarà un incontro con i rappresentanti dei gruppi per approfondire le tematiche connesse all'evento, cui seguirà un seminario tenuto Donatello Pisanello degli Officina Zoé per imparare a ballare e suonare la pizzica, in vista del concerto della serata.
Proprio dalla notte della taranta salentina, quella che si svolge a Melpignano, prende il nome l'iniziativa: "Si tratta di una scelta di marketing territoriale” prosegue Di Martino, “Taranta Peligna è l'unico paese in Italia a chiamarsi col nome di una danza: è solo un nome ma noi puntiamo proprio su quello".
L'iniziativa è promossa dall'Assessorato regionale alla Cultura, dalla Provincia di Chieti, dalla Comunità Montana Aventino Medio Sangro e dal Comune di Taranta Peligna.
Il Comune offre inoltre alloggio gratuito presso i locali delle scuole. I concerti si svolgeranno a partire dalle 21.30, con ingresso gratuito, mentre il seminario di pizzica è a pagamento e si svolgerà previo raggiungimento di un certo numero di partecipanti.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.lenotedellataranta.it.

Maria Paola Chiaverini 01/08/2006 14.49