Antonello Salis e Fabrizio Bosso chiudono "Canone inverso".

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1415

SCERNE. La Rassegna Canone Inverso si chiude con l’incontro, realizzato in esclusiva nazionale, di Antonello Salis e Fabrizio Bosso. Il concerto si terrà sulla spiaggia del Lungomare di Scerne di Pineto domani 26 luglio.
Antonello Salis, pianoforte e fisarmonica, e Fabrizio Bosso, tromba, si incontrano, per la prima volta, sul palco della Rassegna Canone Inverso.
Si confrontano due maniere differenti di interpretare l'improvvisazione, di provocare emozioni: la libertà eccentrica del musicista sardo e lo stile, allo stesso tempo, energico e lirico del trombettista.

Rendere l'emozione attraverso lo strumento. Il duo, nella musica jazz, rappresenta l'essenza e l'emozione dell'incontro. L'improvvisazione e la tecnica, il sentimento e le necessità della costruzione armonica e ritmica del brano: gli elementi devono interagire, tutti, e accordarsi all'emozione, dare vita alla musica. Antonello Salis e Fabrizio Bosso hanno intrapreso, da tempo, la strada dell'incontro, in duo, con altri musicisti: la straordinaria combinazione del trombettista con la chitarra brasiliana di Irio De Paula o il percorso nelle canzoni italiane con il pianista Paolo Di Sabatino; le molteplici, e disparate, esperienze del pianista e fisarmonicista sardo che ha diviso il palco con musicisti di varia provenienza e di differente atteggiamento musicale.

L'esibizione dei due musicisti è una esclusiva nazionale della rassegna Canone Inverso. I due musicisti si incontrano per la prima volta su un palco e daranno vita con i loro strumenti, con la loro musica, ad un concerto immerso nella suggestione dell'ambiente e nella cornice delle installazioni artistiche di Sergio Florà e della mostra fotografica di Stefano Saverioni.

Il concerto di Antonello Salis e Fabrizio Bosso conclude la rassegna Canone Inverso - Festival del Duetto, organizzata dall'Associazione Culturale ST@.RT. Una rassegna che ha messo in relazione a musica con le arti visive e le espressioni artistiche con la bellezza dei luoghi. I concerti si sono svolti in ambientazioni particolari come la Riserva dei Calanchi di Atri e il Chiostro di Santa Maria di Propezzano, la spiaggia della Torre di Cerrano e del Lungomare di Scerne di Pineto.

25/07/2006 9.49