Ad agosto il Festival di musica antica "Seicentonovecento" 2006

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1284

ABRUZZO. Il Festival internazionale di musica antica “Seicentonovecento”, da otto anni organizzato e promosso dall’associazione culturale pescarese “Ensemble ‘900”, torna a proporre a tre province abruzzesi delle piacevoli serate in compagnia della musica barocca, eseguita con strumenti originali o copie fedelissime.
Dall'1 al 31 agosto l'associazione presieduta dal violinista Pierluigi Mencattini porterà in ben 14 Comuni illustri artisti internazionali, che si renderanno protagonisti di concerti ad ingresso libero.
L'apertura del Festival sarà affidata al quartetto sardo dell'Ensemble Ellipsis, che il primo agosto si esibirà all'aperto a Collecorvino su un repertorio settecentesco basato su Telemann e Quantz. Il 2 agosto ci si sposterà nella provincia di Chieti: l'appuntamento sarà al palazzo Mu.Mi. di Francavilla con brani “sacri e profani” dell'Italia del XVII e XVIII secolo ad opera della Camerata Hermans. Si proseguirà il 4 agosto a Villa Bianca di Scafa con l'Ensemble Girolamo Frescobaldi, e a seguire il 5 a Palena con l'Ensemble Il Dodicino e il gruppo vocale del Circolo delle quinte Vuote, il 6 a Pianella con la musica vocale napoletana dell'Ensemble Le musiche da camera e il 10 a Collecorvino con il Roma Barocca Ensemble, musiche strumentali e arie del XVIII secolo italiano.

Saltano i concerti del 12 e del 14 agosto, previsti a Montepagano di Roseto e a Fossacesia, mentre a Ferragosto l'ensemble “Labirinto armonico”, la branca dell'Ensemble ‘900 specializzata in musica barocca, festeggerà a Collecorvino la prima esecuzione pescarese delle 14 sinfonie per archi del compositore settecentesco Pietro Marchitelli, nato a Villa S. Maria. Seguirà una festa barocca per il centro storico. Le sinfonie di Pietro Marchitelli saranno proposte anche il 16 agosto ad Atessa e il 17 a Villa Filiani di Pineto.

Pochi giorni di riposo e poi l'organista Jean Paul Imbert e il violinista Christian Ciuca saranno i protagonisti della serata del 20 agosto nella cattedrale di San Giustino a Chieti, mentre il castello di Roccascalegna farà da suggestiva cornice al trio dei Florentia Musica Antiqua il 22. Nell'ultima settimana di Festival, l'intera serata del 24 sarà dedicata all'organista Mario Duella che si esibirà nella concattedrale di S. Giuseppe a Vasto, mentre il 25 a Civitaquana gli Hiberica Discantica si soffermeranno sulla musica tra Rinascimento e Barocco dell'Italia di influenza spagnola.
Uno dei concerti di punta del Festival 2006 è certo quello che si terrà a Pescara il 27 agosto, quando la violinista di fama mondiale Monica Hugget e il Collegium Pro Musica del flautista Stefano Bagliano si esibiranno nel Conservatorio “Luisa d'Annunzio”.
Il rush finale è affidato all'organista Ulfert Smidt e al baritono Gotthold Schwarz per la serata del 29 a Moscufo e all'accademia di musica antica San Patrignano per il 30 e il 31 a Chieti, dove nella chiesa di S. Antonio Abate e in quella di S. Andrea Apostolo verranno proposte le “Quattro stagioni” di Antonio Vivaldi.

I concerti saranno ad ingresso libero e inizieranno alle 21.15, salvo rare eccezioni.

Il Festival “Seicentonovecento” gode dell'alto patronato del Presidente della Repubblica Italiana, con tanto di medaglia d'argento assegnata da Carlo Azeglio Ciampi nel 2005, ed è sostenuto dagli assessorati alla cultura dei Comuni ospitanti, della Regione e delle province di Chieti e Pescara.

22/07/2006 9.59