A Città Sant'Angelo la mostra personale di Vittorina Mura

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

685

CITTÀ SANT'ANGELO – È prevista per oggi pomeriggio, alle 18.30 nella sala espositiva in via Vittorio Emanuele n.6, il vernissage della mostra personale della pittrice di origini sarde, Vittorina Mura.
La mostra rimarrà aperta fino al 23 luglio prossimo e rappresenta un importante traguardo per Vittorina Mura; l'allestimento, infatti, descrive una sorta di percorso creativo che trova le sue origini in tradizionali vedute paesaggistiche le quali, nel corso degli anni, subiscono una vera e propria evoluzione. In tali vedute la pittrice sarda, trapiantata ormai da anni a Città Sant'Angelo, analizza, da ogni prospettiva, la tortuosità, l'eleganza e il movimento convulso degli olivastri, tipici vegetali della Sardegna, da cui estrapola un codice in evoluzione originando delle vere e proprie anatomie naturali.
Le curve ruvide, concave e convesse degli olivastri diventano lisce e vellutate; rami, fusti e radici si trasformano in corpi sinuosi di uomini e donne che si abbracciano, si stringono, si amano e si fondono l'uno con l'altro.
Anche i colori, durante questo processo evolutivo, subiscono delle variazioni tonali: da naturali diventano surreali mentre, la luce solare, subisce una sublimazione trascendentale. L'umano diventa divino attraverso una riconversione mitologica della favola dell'Apollo e Dafne. Le venature del legno si trasformano in vene ed arterie pulsanti, le foglie e i ramoscelli in capelli fluttuanti quasi a ricordare l'immediatezza grafica del fumetto ricercato e il decorativismo delle forme dell'art nouveau. La mostra, allestita e organizzata da Luciano De Giovanni è ad ingresso libero e rimarrà aperta tutti i giorni dalle 18 alle 24.
Ivan D'Alberto 14/07/2006 20.52