Sono 56 gli allievi del primo "Corso strumentale ripese"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

936

RIPA TEATINA. Sono ben 56 e provengono da ogni parte d’Abruzzo i ragazzi (dai 10 ai 20 anni) che in questi giorni affollano il centro storico di Ripa Teatina per il primo "Corso strumentale ripese", organizzato dall'associazione culturale musicale "Claudio Monteverdi", presieduta da Lorenzo Marini.
Il corso, che si rivolge a ragazzi che hanno già la pratica di uno strumento, costituisce una vera e propria "full-immersion" di sette giorni per perfezionarsi negli strumenti da banda e in pianoforte e violino grazie all'ausilio di maestri del Conservatorio “Luisa d'Annunzio” di Pescara.
Il programma giornaliero è duro per gli allievi: la mattina lezioni teoriche dalle 9.00 alle 12.30, il pomeriggio prove orchestrali dalle 16 alle 19 e poi in serata, negli scorci più suggestivi del centro storico, l'esibizione per ogni classe di corso (ottoni, pianoforte, violino, clarinetti), accompagnati da professionisti della musica; a seguire, un concerto, scelto dal direttore artistico dell'associazione, Fausto Esposito. Domenica prossima, 16 luglio, invece, ci sarà il saggio finale di tutte le classi e lunedì 17, chiusura in bellezza con l'esibizione del concerto bandistico di Ripa Teatina.
Gli allievi pagheranno un contributo minino di partecipazione, mentre le spese di vitto ed alloggio per tutti saranno coperte da fondi stanziati dal Comune di Ripa Teatina e dall'associazione “Claudio Monteverdi” che, sorta nel 1999, si impegna da sempre per la formazione globale dei ragazzi alla musica e dopo aver promosso diversi stage e campi-scuola, ha trovato in questa formula del “corso strumentale” l'ideale connubio tra teoria e pratica, offrendo ai ragazzi un'esperienza indimenticabile di contatto con i professionisti e i docenti e al paese una settimana di concerti di alto livello qualitativo.

14/07/2006 8.21