I concerti dell’estate pescarese: Ligabue ed Eros Ramazzotti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

14346

PESCARA. Si fa sempre più impaziente l’attesa per i due concerti-evento dell’estate pescarese: il 26 luglio allo Stadio Adriatico (ore 21.30) arriverà Eros Ramazzotti, mentre nella medesima location, ma il 6 agosto (sempre alle 21.30), giungerà Ligabue.

PESCARA. Si fa sempre più impaziente l'attesa per i due concerti-evento dell'estate pescarese: il 26 luglio allo Stadio Adriatico (ore 21.30) arriverà Eros Ramazzotti, mentre nella medesima location, ma il 6 agosto (sempre alle 21.30), giungerà Ligabue.

Da segnalare che quella del rocker di Correggio sarà la tappa conclusiva del suo lunghissimo “Nome e cognome tour”, partito all'inizio di quest'anno nei club e successivamente approdato nei palasport e, dallo scorso 19 maggio, negli stadi.
Marco Bocchino della Deltaconcerti, che sta curando l'organizzazione di entrambi gli show in terra d'Abruzzo, parla di «prevendite ottime»: «Le prevendite stanno andando benissimo – dichiara Bocchino a PrimaDaNoi.it – Siamo tuttora in vendita, e sono ancora disponibili gli ultimi tagliandi per assistere ad entrambi i live, sia a quello di Ramazzotti, che a quello di Ligabue. La risposta del pubblico è stata, come prevedibile, eccezionale».
Quantificando, qual è il numero dei biglietti che sono stati venduti fino a questo momento?
«Non siamo ancora in grado di fare una stima precisa – risponde Bocchino – ma sicuramente i posti, per entrambi i concerti, stanno andando a ruba».

IL CONCERTO DI EROS

Parlavamo di attesa impaziente.
Quella per Eros è un'attesa resa ancora più spasmodica e, al tempo stesso, beneaugurante per l'Abruzzo, dal fatto che nel nostro Paese, per ciò che concerne il suo tour estivo partito il 24 giugno da Cagliari, l'artista terrà in tutto solo 9 date.
Tra queste rientra, appunto, anche quella di Pescara.
I concerti primaverili del “Calma Apparente World Tour 2006” hanno richiamato più di 400.000 spettatori. Con queste premesse, si guarda con malcelato ottimismo alla resa, in termini di pubblico, che potrà avere il tour estivo: i live di Eros si snoderanno tra stadi e grandi spazi all'aperto, per concludersi il 7 agosto allo Sporting Club di Montecarlo.
La direzione musicale degli spettacoli è affidata a Claudio Guidetti.
Sul palco, Ramazzotti potrà avvalersi, come sempre, di grandi musicisti: Paul Warren e Giorgio Secco alle chitarre, Luca Scarpa e Pippo Lamberti alle tastiere, Reggie Hamilton al basso e Curt Bisquera alla batteria.
I cori, invece, saranno affidati a Bridget Mohammed e Lidia Schillaci. Quest'ultima, come qualcuno ricorderà, è la vincitrice di “Operazione Trionfo”, la trasmissione di Italia1 cui parteciparono, nel 2002, anche gli abruzzesi Mario Silvestrone e Daniele Di Marco.
In scaletta sono previsti brani tratti dall'ultimo cd di Ramazzotti insieme alle immortali hit del suo repertorio: tra le tante, “Stella gemella”, “Dove c'è musica”, “Cose della vita”, “Un'emozione per sempre” e un medley composto da “Terra Promessa”, “Una storia importante” e “Adesso tu”.
Per informazioni: www.deltaconcerti.it.
I biglietti variano dai 46 euro della Tribuna Maiella numerata ai 28,50 euro del Prato - posto in piedi, passando per i 34,50 euro della Gradinata non numerata - posto a sedere.

LIGABUE LIVE

Con la data di venerdì 19 maggio, ad Ancona, è iniziato il conto alla rovescia per il concerto pescarese di Ligabue, che – è stato confermato ufficialmente ormai da mesi – sarà la tappa conclusiva del “Nome e cognome tour” negli stadi. Tredici tappe in tutto, per uno show che si preannuncia incandescente: il Liga ha dichiarato, infatti, di doversi “sfogare” dopo essere stato in un forzato silenzio live per due anni e mezzo.
All'Adriatico, Ligabue si esibirà sia con i ClanDestino (Max Cottafavi alla chitarra, Luciano Ghezzi al basso, Gigi Cavalli Cocchi alla batteria, Giovanni Marani alle tastiere) che con La Banda (Federico Poggipollini alla chitarra, Mel Previte alla chitarra, Robby Pellati alla batteria, Antonio Righetti al basso, Niccolò Bossini alla chitarra e Josè Fiorilli alle tastiere), e sarà della partita anche Mauro Pagani, ex Pfm che ha già accompagnato l'artista emiliano nel tour di “Giro d'Italia” e nel mega appuntamento del Campovolo, tenutosi a Reggio Emilia lo scorso settembre.

Prima di Ligabue, il pubblico dell'Adriatico verrà scaldato nel pomeriggio da due supporter che saranno presenti già nella precedente data di Bari del 3 agosto (dove, presumibilmente, avranno l'occasione di rodarsi): i Rumorerosa e L'Aura.
Il 6 agosto, dunque, a tirare la volata al rocker di Correggio saranno la cantante friulana emula di Elisa e questo giovane gruppo che picchia duro e sprigiona energia in maniera fresca e sorprendente. Ma se L'Aura è, in qualche modo, già abbastanza nota – sia per la sua recente partecipazione a Sanremo, sia perché ha già fatto da supporter a Ligabue (vedi Campovolo) – i Rumorerosa sono ancora relegati nell'ambito underground e sono senza dubbio una band da scoprire. Se vogliamo, rappresentano una scelta più coraggiosa, sicuramente più interessante. Sono prodotti da quel Franco Godi che in passato abbiamo trovato in cabina di regia con gli Articolo 31, e anche il fonico chiamato a gestire il mix dell'album, Umberto Zappa, ha collaborato con J Ax e Dj Jad. Questo però non significa che ci si debba aspettare un prodotto hip hop: Claude, Pixie, K e Margot fanno un buon rock, dai suoni ben curati ma dall'approccio tutt'altro che "precisino" e delicato. Loro tengono fermo un punto: la cattiveria sonora. Che piace tanto al Liga.

Massimo Giuliano 13/07/2006 11.21