Arte. Il Vangelo apocrifo di Tommaso secondo Emiliano Viora

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1518

Un percorso artistico in 42 opere - quadri e composizioni - ispirato al vangelo apocrifo di San Tommaso Apostolo.
E' una mostra davvero singolare quella che sarà inaugurata sabato 15 luglio alle 18.30 nella suggestiva cornice del Museo delle Genti D'Abruzzo, via delle Caserme 22 a Pescara.
Una mostra del giovane architetto milanese Emiliano Viora, che da poco più di un anno vive e lavora proprio nel capoluogo adriatico.
«Conosco l'Abruzzo da molti anni - spiega - perché ho trascorso qui le vacanze estive durante l'infanzia e l'adolescenza. E in questa regione, dove ho scelto di trasferirmi, ho organizzato la mia prima mostra personale, ospitata nei mesi scorsi all'auditorium Diocleziano di Lanciano. Nei mesi successivi l'esposizione è stata allestita anche ad Ortona e Chieti. A quel punto mi sono reso conto che non potevo fare a meno di tentare di organizzare una personale anche a Pescara, la mia città d'adozione: per me aveva un significato particolare. E grazie alla collaborazione dell'amministrazione comunale, sono riuscito a concretizzare il mio sogno».
Tutte le opere sono realizzate in 5 colori, ognuno con un significato ben preciso: l'arancio (lo spirito), il bianco (l'armonia), il blu (la speranza), il nero (la materia) e il rosso (l'amore).
«Con queste tinte - continua Viora - ho cercato di rappresentare le emozioni che mi ha suscitato la lettura del vangelo apocrifo di San Tommaso. Ho tentato di trasferirle nei miei lavori, raffigurando le paure, i timori e le speranze della vita moderna. Negli scritti di San Tommaso l'uomo diventa il primo strumento della Fede. Mi ha colpito molto un passo in cui Gesù dice che il regno di Dio è dentro di noi e intorno a noi. E quindi proprio in ciò che ci circonda dobbiamo cercare il Bene».
La mostra - patrocinata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara - resterà aperta fino al 22 luglio.
Nelle giornate di mercoledì, venerdì, sabato e domenica l'orario sarà dalle 21.30 alle 00.30. Nei giorni di lunedì, martedì e giovedì, dalle 18 alle 23. L'ingresso è libero. L'inaugurazione si svolgerà il 15 luglio alle 18.30 con la partecipazione di Carlo Di Michele e del critico d'arte Maria Augusta Baitello.

14/07/2006 8.49