"Novità di Paese" nuovamente a Montesilvano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

793

SPETTACOLO. Tre opere che attraversano gli anni che vanno dal 1930 al 1975 ed il cui denominatore comune è il carattere forte delle donne protagoniste: Leonora, Rosetta e Concetta interpretate rispettivamente da Margherita D’Onofrio, Rossella Gesini e Antonella Dell’Osa.
L'Ente Manifestazione Città di Montesilvano riconferma l'Associazione Teatrale “Novità di Paese” nel programma estivo. E lo ha fa in modo deciso come nel precedente anno.
Tre serate dedicate al teatro dialettale con tre opere diverse: il 14 luglio con “Addò va la rrobbe vajje pure jì“ dove l'affascinante ed l'enigmatica Leonora, sveglia e risoluta, cercherà in tutti i modi di diventare una gran signora; il 28 luglio con “Lu monne se cagne”: una frizzante “Rosetta” si trova a spalleggiare i figli per far digerire al resto della famiglia i profondi cambiamenti sociali che gli anni '70 stanno portando; infine l'11 agosto con una commedia classica del teatro dialettale: “Lu fije de lu mediche e la fije de lu mulenare”. Quest'ultima è la prima produzione del gruppo, messa in scena per la prima volta 10 anni fa, e racconta la storia di sempre: quella legata allo status sociale attraverso la storia della famiglia Farinelli che nell'Abruzzo degli anni '50 anela per la figlia uno sposo altolocato.
Tutte e tre le opere sono state scritte e dirette da Mara D'Onofrio, giovane realtà del panorama abruzzese, e andranno in scena al Teatro del Mare con apertura sipario alle ore 21,30.
Tre opere conosciute già dal pubblico di Montesilvano che, dopo il successo avuto lo scorso anno, l'ente Manifestazione ha deciso di rinnovare.
Tre opere che attraversano gli anni che vanno dal 1930 al 1975 ed il cui denominatore comune è il carattere forte delle donne protagoniste: Leonora, Rosetta e Concetta interpretate rispettivamente da Margherita D'Onofrio, Rossella Gesini e Antonella Dell'Osa.
Un teatro dove gli attori sono protagonisti insieme alla storia. Dove i costumi e le scenografie sono semplici, che non distraggono lo spettatore, ma curate.
Realistici sono i personaggi che, usciti dalla “fotografia” dell'autrice e adeguatamente adattati al palcoscenico, non sono mai macchiette in stile cartone animato.
Mara, la regista del gruppo: “siamo onorati e felici di questa importante riconferma ancor più gradita perché giunge in occasione del decennale della nascita del nostro gruppo”…. “Approfitto per ringraziare l'Ente Manifestazione ed i 4000 calorosi spettatori che ci hanno seguito la scorsa stagione a Montesilvano al Teatro del Mare e che mi auguro torneranno…”.
Il teatro di “Novità di Paese” ha senza dubbio come obiettivo divertire il pubblico ma soprattutto, e ci auguriamo di farlo, è “per trasmettere qualcosa in chi guarda”, continua la regista.

Info sul sito web: http://web.tiscali.it/novitadipaese

11/07/2006 14.03