Oggi i premi Flaiano per la letteratura con l’autore de "Il postino di Neruda"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1633

PESCARA. Oggi 1° luglio alle ore 17,30 nell’Auditorium De Cecco della Camera di Commercio di Pescara primo incontro con i vincitori dei Premi Internazionali Flaiano per quanto riguarda la sezione letteraria, prima di rivederli sul palcoscenico del d’Annunzio domani, domenica 2 luglio, insieme ai tanti personaggi del mondo dello spettacolo che riceveranno il Pegaso d’oro.
Interverranno i vincitori del Premio Flaiano per la Letteratura, provenienti da varie parti del mondo, a cominciare dai finalisti al Superflaiano e che sono:
Raffaele La Capria, narratore e saggista, autore di romanzi tra cui ‘Ferito a morte', ‘Un giorno d'impazienza', ‘Amore e Psiche', premiato con il Flaiano per ‘L'amorosa inchiesta' edito da Mondadori per le qualità letterarie di un libro dalla prosa di straordinario nitore e di moderna memorabile profondità;

Amara Lakhous, algerino che nel suo “Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio” edito da E/O mette in scena frammenti di vita contemporanea, pensieri e ricordi di un gruppo polifonico e multietnico di personaggi;

lo spagnolo Enrique Vila-Matas, autore di una vasta, provocatoria e personalissima opera narrativa, insieme intimista e sperimentale, elegante, sfrontata e assolutamente originale, premiato a Pescara per “Il mal di Montano” edito da Feltrinelli; ci saranno inoltre i vincitori del Premio Flaiano per l'italianistica, specifico e unico nel suo genere che viene assegnato con la collaborazione del Ministero per gli Affari Esteri e che è di grande stimolo per la promozione degli studi della cultura italiana all'estero. Anche per questo nel passato il Flaiano ha organizzato numerosi convegni sull'argomento.
I vincitori di questa edizione sono l'israeliano Ariel Rathaus che ha curato un edizione critica della Scienza Nova di Gianbattista Vico, la russa Larissa G. Stepanova premiata per un lavoro sulle Prose della volgar lingua di Pietro Bembo e infine gli americani Lucia Re e Paul Vangelisti che hanno curato un lavoro su Amelia Rosselli, poetessa del novecento.

Naturalmente sarà presente Antonio Skàrmeta, lo scrittore cileno che riceverà il 2 luglio il premio speciale internazionale per la letteratura. Skàrmeta è autore di molte opere edite anche in Italia tra cui il famosissimo ‘Postino di Neruda' da cui è stato ratto il film omonimo interpretato da Massimo Troisi e Philippe Noiret e il recente ‘Il Ballo della vittoria' edito da Einaudi che presto diventerà un film prodotto da Vittorio Cecchi Gori. Skàrmeta riceverà il Pegaso d'oro per l'alto valore civile della sua opera, riconoscendo al contempo la sua straordinaria qualità di affabulatore che lo colloca tra i maggiori autori dell'area latino-americana.
Gli autori saranno presentati da Mario Baudino, Gaetano Bonetta, Giuseppe Conte, Cesare De Michelis, Dante Marianacci, Renato Minore, Jacqueline Risset, Lucilla Sergiacomo che interverranno sulle opere premiate.

DOMANI AL TEATRO D'ANNUNZIO LA CONSEGNA DEL PEGASO D'ORO


Domani, domenica 2 luglio la 33^ edizione dei Premi Internazionali Flaiano si concluderà con la consegna dei Pegasi d'Oro ai protagonisti del mondo della cultura, del cinema, della televisione e della radio.

Sul palcoscenico del d'Annunzio saliranno, per il cinema, Riz Ortolani che riceverà il Pegaso alla carriera: compositore raffinato e ricchissimo d'ispirazione, viaggia da oltre quarant'anni tra riferimenti musicali appartenenti a generi ed epoche diverse, colonne sonore e musica leggera;

una importante attrice spagnola, interprete di molti film di Almodovar, Carmen Maura riceverà il Pegaso per la sua interpretazione in ‘Volver', una delle sue migliori interpretazioni accanto al regista che con Carlos Saura ha rappresentato tutti i suoi destini cinematografici di stella internazionale di prima grandezza che da 25 anni la vede protagonista;

Kim Rossi Stuart sarà premiato per la regia del suo esordio con “Anche libero va bene”, con la quale ha fatto centro, un'opera di grande impegno sulla famiglia,sull'infanzia, sul ruolo del padre e del figlio, contenuti complessi raccontati con il pregio della semplicità e della pulizia;

miglior film per il pubblico del Flaiano Film Festival e miglior interprete per la giuria tecnica del Festival Sergio Rubini che riceverà il Pegaso per il suo “La terra”, di cui è autore, regista, interprete di un lavoro che ha l'intelligenza di costruire sulla coralità e sulla tensione quasi di thriller tutte le sue parti migliori; altro premio ma questa volta ad un giovanissimo attore, alla sua prima esperienza: stiamo parlando del piccolo Alessandro Morace protagonista di “Anche Libero va bene” in cui è riuscito a dare una piccola grande prova di recitazione totalmente fuori dagli schemi di genere; altra interprete premiata Valeria Golino, l'attrice forse più originale e imprevedibile del cinema italiano: vent'anni fa il primo ruolo da protagonista, oggi la memorabile interpretazione ne “La guerra di Mario” di Antonio Capuano, ultima di tante gemme; per la fotografia ed il montaggio saranno premiati, rispettivamente, il tedesco Philip Groning per “Il grande silenzio” e Giogiò Franchini, figura emergente tra gli autori del montaggio che con ‘La terra' e ‘La guerra di Mario' ha realizzato due capolavori strutturali.

Per il teatro riceveranno il Pegaso Isa Danieli per la carriera: una grande attrice che ha saputo onorare il teatro italiano e le radici del teatro napoletano che ne sono parte integrante e fondamentale, dal suo esordio con Eduardo De Filippo fino alle più recenti interpretazioni legate ad autori contemporanei; salirà poi sul palco il simpatico Enzo Iacchetti che nel musical ‘The Producers' ha rivelato un talento teatrale inconsueto, sintesi di comicità irrefrenabile e insieme di ironia sottile.
Premiata anche la bella e brava Isabella Ferrari che in ‘Due partite' esprime un talento sempre più autorevole ed ispirato; accanto a lei altro interprete premiato Ascanio Celestini ed il suo modo di pensare il teatro, un modo che si ispira alla realtà, la interpreta e trae da essa significati di suggestivo spessore interpretativo; per le musiche di scena sarà premiato l'abruzzese Germano Mazzocchetti, compositore di grande e poliedrico talento, il cui stile nasce da un profondo interesse per il jazz e per la musica popolare, pervenendo sempre a risultati di rara e coinvolgente vitalità; Sergio Pierattini e Andrea Maria Brunetti riceveranno il premio per la drammaturgia, l'uno per il copione “Il raggio bianco” e l'altro per il copione “Malamore”.
Ma veniamo ai protagonisti dello spettacolo sul piccolo schermo a cominciare dal popolare Flavio Insinna premiato per la sensibilità e l'onestà con cui ha interpretato il ruolo di Don Pietro Pappagallo in ‘La buona battaglia', facendo rivivere con rispetto e partecipazione emotiva una drammatica pagina della nostra storia;

Antonello Piroso, neo direttore del TG7 premiato per la conduzione di ‘Omnibus', contenitore del mattino che ha raddoppiato in pochi anni gli ascolti senza sacrificare una forma corretta di elegante scorrevolezza; per la sceneggiatura il Pegaso va al grande Furio Scarpelli e a suo figlio Giacomo per la fiction “La buona battaglia” e che nel loro sodalizio professionale hanno sempre promosso la qualità della scrittura, sempre alta, sia nell'impegno cinematografico che in quello televisivo;

altra interprete premiata è Chiara Salerno, per la finezza e la sensibilità con cui tratteggia ne “La squadra” un personaggio in bilico tra rigore severo e distaccato e partecipe tenera fragilità nel privato; per la regia il Pegaso andrà a Claudio Bonivento che ne “Il grande Torino” ha dato sapore e verità al racconto di una rinascita faticosa attraverso la rievocazione della storia più toccante dello sport italiano. Per la radio salirà sul palco un personaggio popolarissimo come Linus, anima e guida di Radio Deejay, per come sa conciliare spinta innovativa e mantenimento di una identità forte e inconfondibile.
La cerimonia sarà condotta da Andrea Vianello e Arianna Ciampoli con inizio alle ore 20,30
In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà al Teatro Massimo.


01/07/2006 11.53