Ultima giornata del Flaiano Film Festival

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

940

PESCARA. Si chiude con un bilancio superiore alle più ottimistiche aspettative il Flaiano Film Festival, affollato costantemente nelle sale del Cinema Massimo nelle due settimane di programmazione.
Nell'ultimo giorno, venerdì 30 giugno il programma propone in Sala 1 dove per il concorso europeo alle ore 18,45 “Lady Henderson presenta” di Stephen Frears con Judy Dench e Bob Hoskins: Londra, 1937. Laura Henderson, una ricca vedova di 69 anni dinamica e vitale, è in cerca di un passatempo per riempire le sue giornate. Destando l'indignazione e lo scandalo nel circolo dei suoi amici aristocratici e benpensanti, Lady Henderson decide di acquistare il Windmill Theatre, nel cuore di Soho, e non avendo alcuna esperienza nella gestione di un teatro, ne affida la direzione ad un vero professionista dello spettacolo, Vivian Van Damm.

Alle ore 20,45 è la volta di “Persona non grata” di Krzysztof Zanussi: Wiktor, ambasciatore polacco in Uruguay, da quando è rimasto vedovo della moglie Helena non è più lo stesso. Non riesce più a farsi carico degli intrighi politici internazionali, non si fida degli amici ed è convinto che sua moglie lo abbia tradito con Oleg, ora Vice Ministro degli Affari Esteri russo che è suo amico da quando vent'anni prima era un giovane diplomatico sovietico.

Alle ore 22,45, sempre per il concorso europeo “Incontri d'amore” dei francesi Arnaud e Jean-Marie Larrien: William e Madeleine sono sposati da tanti anni e ora che la loro unica figlia si è
trasferita in Italia possono occuparsi di loro stessi e riscoprire il piacere di stare da soli. Tuttavia, il casuale incontro con Adam, un giovane uomo privo della vista, colto e raffinato, e con la sua compagna Eva, farà rinascere in William e Madeleine la gioia di stare insieme ad altre persone a tal punto che quando la casa dei giovani innamorati viene distrutta da un incendio i due non esitano ad accoglierli nella loro nuova dimora...

In Sala 2 alle ore 18,45 il film “Truman Capote” di Bennett Miller con Philip Seymour Hoffmann, premio Oscar per questa interpretazione: nel novembre 1959, il celebre scrittore Truman Capote legge un articolo sul ‘New York Times' che parla dell'omicidio dei quattro componenti della famiglia Clutters a Holcomb.

Alle ore 20,45 l'ultimo film di Lasse Hallstrom, “Il vento del perdono” con Robert Redford, Morgan Freeman, Jennifer Lopez: dopo la morte del suo unico figlio, Einar Gilkyson ha chiuso le porte del suo cuore al resto del mondo. Il suo ranch è andato in rovina così come il suo matrimonio, e l'unica persona che ha accesso al solitario universo di Einar è il fedele braccio destro Mitch. Finché un giorno, in cerca di un riparo e con la figlia undicenne Griff, arriva alla fattoria Jean, la moglie di suo figlio che Einar ritiene la vera responsabile delle sue sofferenze. Sarà proprio la piccola Griff, in cerca di una figura paterna, che piano piano solleverà le pietre accumulate sul cuore dell'anziano allevatore.
Alle ore 22,45 “La seconda notte di nozze” di Pupi Avati che sarà proiettato anche in Sala 3 alle ore 18,45: Secondo dopoguerra. Rimasta vedova e in difficoltà economiche, Liliana è costretta ad abbandonare Bologna insieme al figlio Nino, ladro per istinto. In Puglia c'è lo zio mai conosciuto che possiede qualche avere ed è stato a lungo ricoverato in manicomio e Nino convince la madre a traslocare da lui. Liliana, accolta nella masseria del fragile Giordano, cognato un tempo innamorato di lei, finirà per risvegliare antiche passioni e odi sopiti.

Alle ore 20, 45, sempre in Sala 3 “Sin City” di Frank Miller e Robert Rodriguez: sullo sfondo della violenta e oscura Sin City si intrecciano diverse storie: Marv, un killer indistruttibile, è pronto a tutto pur di vendicare la morte di Goldie, l'unica donna che nella sua vita è riuscita a fargli provare un po' d'amore e che è stata uccisa mentre dormiva accanto a lui; John Hartigan, un poliziotto in procinto di andare in pensione accusato di un omicidio che non ha commesso e che ha promesso di proteggere la giovane Nancy dalle grinfie di un criminale pedofilo; Dwight, un ex-fotografo alle prese con Jackie Boy, un poliziotto violento che minaccia Shellei, la cameriera di cui Dwight è innamorato, la bella prostituta Gail e le altre ragazze della Città Vecchia.

Infine alle ore 22,45 “Le tre sepolture” di Tommy Lee Jones: il ranchero Pete Perkins, per onorare la morte del suo amico Melquiades Estrada, ucciso per mano di ignoti nel deserto e sepolto dalle autorità in un fossa comune, prima va in cerca dell'assassino e poi intraprende un avventuroso viaggio verso il Messico, affinché l'amico possa essere degnamente tumulato nella sua città natale.

30/06/2006 8.38