Domenica la marcia ecologica di Fara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1611

FARA SAN MARTINO. Domenica 2 luglio torna la tradizionale marcia ecologica. Attraverso un sentiero di 15 km, tra boschi e sorgenti, in una delle valli più belle e suggestive della Majella.
Si rinnova la tradizione che vede per il 26esimo anno consecutivo, il pastificio Delverde al fianco del Club Alpino Italiano e della comunità di Fara San Martino nella marcia ecologica che prenderà il via domenica, e che terminerà nei pressi delle sorgenti del fiume Verde.
Oltre ad essere un luogo di grande suggestione, il fiume Verde ha un alto valore simbolico per il pastificio abruzzese, visto che Delverde prende il nome proprio dal corso d'acqua che nasce sulla Majella e che attraversa lo stabilimento di Fara, fornendo con le sue acque limpidissime una delle materie prime indispensabili per la realizzazione di un prodotto di alta qualità.

«Siamo molto felici che Delverde torni a rivestire un ruolo di primo piano nella storica marcia ecologica di Val Serviera, dopo le vicissitudini degli ultimi anni – ha dichiarato il direttore marketing di Delverde Pierluigi Picciani –perché rispecchia il motto di Delverde ‘la natura è un bellissimo luogo comune', che vede la nostra azienda, oggi più che in passato, impegnata nella salvaguardia del territorio, assolutamente convinti che la qualità dell'ambiente contribuisce ad elevare la qualità della nostra pasta».

Per il presidente del Club Alpino Italiano di Fara San Martino, Moreno Pinto, «Ciò che lega Delverde al CAI è un sodalizio molto forte che da 26 anni vede il pastificio come partner unico della marcia, ma ci lega soprattutto un rapporto umano tra chi vive e lavora in montagna, nel rispetto degli equilibri delicatissimi che regolano il legame tra uomo e natura, e dello sviluppo compatibile del territorio».

Per la predisposizione del programma dell'edizione 2006, Delverde ha fornito un notevole contributo, anche in termini organizzativi: come consuetudine, il raduno dei partecipanti è previsto fin dalle primissime ore del mattino nei pressi del campo sportivo di Fara, in località le Macchie, per poi prendere la via delle sorgenti del fiume Verde, attraversando le vallate più suggestive del versante orientale della Majella. Durante il percorso sono previsti dei punti di ristoro per i partecipanti.

Intorno alle 20,30, in località le Sorgenti, Delverde ha organizzato “Pasta sotto le stelle” con degustazione di pasta per tutti i presenti. La serata sarà allietata dal gruppo musicale Miradas.

Il culmine della serata arriverà dopo il tramonto, con la fiaccolata degli alpini che, per la prima volta, risaliranno le pendici della Majella di notte, la marcia è riservata solo agli alpinisti esperti ma sarà visibile dal paese con uno spettacolo di rara suggestione che vedrà un serpentone di torce risalire la “montagna madre” sotto un cielo stellato che solo la montagna sa regalare.

29/06/2006 14.50