Flaiano. Stasera ‘Notte prima degli esami’ e ‘Syriana’

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1109

Questa sera, venerdi' 23 giugno il Flaiano Film Festival al Cinema Massimo presenta in concorso in Sala 1 alle ore 20,45 il recente film “Notte prima degli esami” di Fausto Brizzi, campione d'incassi dell'ultima stagione cinematografica: nell'estate del 1989 un gruppo di amici si prepara a sostenere gli esami di maturità.

Alle ore 18,45 con replica alle ore 22,45 fuori concorso “Whisky” di Juan Pablo Rebella e Pablo Stoll, produzione uruguayana-argentina: a Montevideo, Jacobo Köller, un burbero scapolo sessantenne di origine ebraica, dirige una piccola e fatiscente fabbrica di calzini.

In Sala 2 si comincia alle ore 18,30 con “Syriana” di Stephen Gaghan, protagonisti George Clooney e Matt Damon: il giovane e carismatico principe Nasir, erede al trono di un Paese del Golfo produttore di petrolio ha appena vantaggiosamente ceduto ai cinesi i diritti di sfruttamento del gas, in precedenza detenuti dal gigante texano Connex, danneggiando così gli interessi americani nella regione. Jimmy Pope, proprietario della Killen, una piccola compagnia petrolifera, ha da poco ottenuto i diritti di trivellazione nei giacimenti del Kazakhstan destando l'interesse della Connex. Quando le due compagnie decidono di fondersi, il Dipartimento della Giustizia e lo Sloan Whiting, potente studio legale di Washington, devono verificare la stipula dell'accordo tra loro. A Bob Barnes viene promessa una promozione dopo un'ultima missione il cui scopo è l'assassinio del principe Nasir. L'esito imprevisto di questa missione lo metterà nelle condizioni di riesaminare il ruolo che ricchi e poveri, sceicchi e lavoratori, ispettori governativi e spie internazionali svolgono inconsapevolmente all'interno di un complesso sistema mondiale.

Alle ore 20,45 “Le particelle elementari” di Oskar Roelher per la rassegna “Scrittura e Immagine”: Michael Djerzinski, biologo molecolare, e Bruno Clément, insegnante, sono fratellastri e non potrebbero essere più diversi. In comune hanno solo la madre Jane e il fatto che, cresciuti lontano da lei, sono stati allevati ognuno dalla propria nonna paterna. Michael è introverso, ha come unico interesse le sue ricerche genetiche ed è tanto disinteressato al sesso quanto invece Bruno ne è ossessionato. Poi un giorno tutti e due incontrano l'amore: Michael ritrova Annabelle, una compagna di scuola, e Bruno conosce Christiane durante una vacanza. La felicità sembra finalmente aver bussato alla loro porta finché le due donne non si ammalano gravemente.

Alle ore 22,45 prosegue l'omaggio a Francois Truffaut, “L'amore fugge”: continua la narrazione della vita di Antoine Doinel, il personaggio emblematico della sua generazione, interpretato da Jean Pierre Léaud. Dopo aver divorziato da Christine, Antoine diventa scrittore e ricostruisce la sua “vita” cinematografica con citazioni dai suoi film precedenti.

In Sala 3 alle ore 18,45 “Centomila dollari di Mario Camerini: Lily, telefonista al Grand Hotel, è sul punto di sposare suo cugino Paolo. Un miliardario di passaggio le offre centomila dollari a condizione che accetti di pranzare con lui. Indignata, Lily rifiuta, ma Paolo e i suoi numerosi parenti, davanti all'enormità della somma, la convincono ad accettare.

Alle ore 20,45 noir con “Piano 17” di Manetti Bros: negli uffici della direzione generale di una grande banca, Mancini, su commissione di un losco uomo d'affari, deve posizionare una bomba per distruggere così alcuni importanti documenti troppo scomodi per lui.

Alle ore 22,45 “Amores Perros” di Alejandro Gonzalez Inarritu per il cinema messicano: un incidente stradale intreccia il destino di persone che altrimenti non si sarebbero mai incontrate. “Amores Perros” è la storia di Octavio, follemente innamorato di Susana, moglie di suo fratello Ramiro. Octavio sogna una nuova vita, lontana dalla miseria, dalla brutalità e dallo squallore di Città del Messico, vuole a tutti i costi dare una possibilità al suo futuro, vuole mettere fine all‘ingiustizia e alla violenza che lo circondano.

23/06/2006 10.11