Fossacesia. Tutto pronto per l’ "Alba di San Giovanni"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2007


La macchina organizzativa è pronta per accogliere il pubblico della notte bianca. La seconda edizione dell' “Alba di San Giovanni” è ricca di appuntamenti. Musica dal vivo, degustazioni e tradizionale pic nic sotto i pini fino alle 4,36 del mattino, quando sorgerà il sole dopo la notte più breve dell'anno.

Venerdì 23 giugno si alterneranno sul palco, presso l'abbazia di san Giovanni in Venere, giovani musicisti locali a partire dalle ore 21: apriranno la serata i Cristal Sound e a seguire, fino all'alba, suoneranno “I 5 da 50”, i “Fruit Joyce”, i “Terapia intensiva”, i “Red Eyes”, i “Poison Apple” e i “Lost to time”. La nottata musicale è organizzata in collaborazione con “Progetto Musica” Associazione culturale Jimi Hendrix di Lanciano. In alternanza con i musicisti si esibiranno inoltre gli allievi delle scuole di ballo della zona.
Come ogni anno in occasione della vigilia della festa di San Giovanni, ci si ritroverà nel prato antistante l'abbazia per mangiare insieme le pietanze tradizionali, in famiglia e con gli amici.

Durante la festa saranno rinnovati anche antichi riti come “la cumparanza”, tradizionale promessa di fedeltà ed amicizia, e “l'acqua di San Giovanni”, dedicata a tutte le donne. L'associazione di operatori turistici locali “Fossacesia Obiettivo Turismo” allestirà uno stand espositivo con i simboli tradizionali e offrirà in omaggio a tutte le donne presenti un catino e un infuso di erbe per riprodurre la famosa acqua purificante. La tradizione infatti recita che foglie o fiori di lavanda, iberico, artemisia, rosmarino, mentuccia, salvia e ginestre si mettevano in un bacile colmo d'acqua e si lasciavano tutta la notte fuori casa. Alla mattina successiva le donne prendevano quest'acqua e si lavavano per aumentare la bellezza e preservarsi dalle malattie.
«Celebriamo per la seconda volta la festa di San Giovanni, la notte dell'amicizia e della bellezza – ha detto il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio – tornando indietro nel tempo e, contemporaneamente, aprendo ai giovani e alla loro musica. Abbiamo sempre riservato spazio e interesse per i ragazzi e ancor più nella serata che inneggia all'amicizia. Ma la festa è dedicata anche alle famiglie e alla gioia di stare assieme. Inauguriamo così nel migliore dei modi questa estate 2006, che già si preannuncia positiva per gli operatori locali».
22/06/2006 9.44