Niccolò Fabi in concerto a Tagliacozzo (Aq)

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1464

L'EVENTO. Il 24 giugno appuntamento impedibile per tutti gli appassionati di musica italiana. L'artista si esibirà in Piazza Duca degli Abruzzi




L'EVENTO. Il 24 giugno appuntamento impedibile per tutti gli appassionati di musica italiana. L'artista si esibirà in Piazza Duca degli Abruzzi Nei primi Anni 90 Fabi si è esibito frequentemente in diversi locali di Roma, tra i quali "Il Locale", dove confluivano altri artisti dell'area romana come Daniele Silvestri, Max Gazzè, Federico Zampaglione e Riccardo Sinigallia.
Contemporaneamente a questo percorso nel 1994 Niccolò si è laureato in lettere con una tesi in Codicologia (lo studio dei manoscritti medievali).
Figlio d'arte, il suo debutto è stato esaltante: il primo singolo "Dica", uscito nel 1996, ha riscosso ampi consensi fino alla vittoria (in novembre) della selezione Sanremo Giovani, che ha proiettato Niccolò Fabi alla ribalta del Festival di Sanremo '97 (Sezione Giovani) dove si è aggiudicato il Premio della Critica con il brano "Capelli".
Sempre nel 1997 Fabi ha pubblicato l'album d'esordio "Il giardiniere", premiato con il disco di platino.

Promosso fra i "big", nel 1998 è tornato al Festival di Sanremo con la canzone "Lasciarsi un giorno a Roma". Nello stesso anno ha pubblicato il secondo album "Niccolò Fabi", che sottolineava l'aspetto più intimo del cantautore romano. Premiato con il disco d'oro, il cd ha coinvolto una fitta schiera di collaboratori, fra cui il rapper Frankie HI-NRG (nel brano "Immobile"), Riccardo e Daniele Sinigallia, Cecilia Dazzi e Max Gazzè. Il brano più rappresentativo è proprio il duetto "Vento d'estate" con l'esordiente Gazzè (con cui ha vinto il Disco per l'Estate '98); ma il disco è impreziosito anche dall'altro hit "Il male minore", cover di un brano di Duncan Sheik.
Nel maggio del 2000, contemporaneamente all'uscita del cd "Sereno ad ovest", Niccolò Fabi è stato supporter del tour italiano di Sting. I due artisti hanno condiviso il palco per una decina di concerti: al termine dell'ultima data all'Arena di Verona l'ex leader dei Police, con il consueto aplomb britannico, si è molto complimentato con il cantautore romano. L'esperienza live con Sting è stata un'ulteriore ripartenza nel percorso di affermazione della sua credibilità come artista. Nel 2001 Fabi si è trasferito in Spagna per curare la registrazione di una raccolta delle sue canzoni migliori in italiano più cinque pezzi tradotti in spagnolo. Il lavoro in sala d'incisione è stato molto accurato e gratificante, ha collaborato con artisti come Nacho Campillo e Jorge Drexler (premio Oscar 2005 per la canzone originale "Al otro lado del rio" del film "I diari della motocicletta"): Fabi e Drexler hanno inciso il duetto di "Agua", versione castigliana di "Acqua" (del terzo cd "Sereno ad ovest");viene pubblicato il greatest hits "Niccolò Fabi".
Il soggiorno spagnolo ha lasciato suggestioni comunque positive, che sono state convogliate nel quarto album "La Cura del tempo", uscito nel 2003 e seguito da un importante tour di circa 70 date, diverse delle quali nei teatri, che hanno aggiunto un altro strato alla credibilità cantautorale di Niccolò Fabi.

Nel settembre 2004 Niccolò Fabi è stato scritturato da Lucio Dalla per il reading "Voci contro il potere", versione italiana e teatrale del libro "Speak Truth To Power" scritto da Kerry Kennedy, figlia del senatore americano Robert F. Kennedy e fondatrice del Robert F. Kennedy Memorial Center for Human Rights. In questo spettacolo, sotto la direzione artistica di Lucio Dalla, alcuni personaggi della cultura, della musica e dello sport hanno recitato le testimonianze di grandi difensori dei diritti umani nel mondo come il Dalai Lama, premio Nobel per la Pace.

Fabi ha incontrato personalmente il Dalai Lama nel suo esilio in India in occasione della preparazione alla Partita del Cuore 2005 della Nazionale Italiana Cantanti. Oltre a giocare a calcio per beneficenza, infatti, Niccolò ricopre il ruolo, non ufficiale ma concreto e assai gratificante sul piano umano, di "ambasciatore" della squadra: in precedenza ha incontrato, fra gli altri, Sua Santità Giovanni Paolo II° in Vaticano nel 1999; i leader palestinese e israeliano Yasser Arafat e Shimon Peres in Palestina nel 2000; il Presidente Carlo Azeglio Ciampi in Campidoglio nel 2003. Sempre nel 2003, in novembre, la Nazionale Italiana Cantanti ha ricevuto il Manforpeace Award, prestigioso riconoscimento assegnato dai Nobel per la Pace: alla cerimonia di premiazione in Campidoglio con il Dalai Lama e Mikhail Gorbaciov, la Nazionale Italiana Cantanti era rappresentata da Gianni Morandi, Mogol, Luca Barbarossa e lo stesso Fabi.
Tornando alla musica, nel 2005 il cantautore romano ha partecipato all'album "La fantastica storia del pifferaio magico" di Edoardo Bennato, che ha affidato ciascuna canzone del disco a un artista o gruppo italiano. Niccolò ha interpretato la canzone "Non è amore" con particolare emozione: fra i primi dischi acquistati da giovane, infatti, c'era "Venderò" di Bennato.
Nel 2006 Niccolò Fabi festeggia 10 anni di carriera . Il 3 febbraio esce il quinto album d'inediti intitolato "Novo Mesto", anticipato dal singolo "Costruire" in tutte le radio dal 23 dicembre 2005.

Marco Vittoria

19/06/2006 10.50