Al museo Colonna la mostra antologica di Federico Tamburri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

955

Le vetrate delle più belle chiese del mondo portano la sua firma. L'arte sacra, del resto, è il tema ricorrente delle sue opere, in particolare quelle pittoriche. Sarà dedicata al grande artista abruzzese Federico Tamburri la mostra antologica “Il Pescatore di Stelle”, in programma dal 1 al 20 luglio 2006 presso museo d'arte moderna “Vittoria Colonna” di Pescara.
L'evento è organizzato dall'associazione culturale Il Cenacolo degli Angeli in collaborazione con la Regione Abruzzo, Presidenza del Consiglio, e il patrocinio degli Assessorati ai Beni culturali, Politiche sociali e Relazioni con i Paesi del Mediterraneo della Regione Abruzzo, delle Province di Pescara, Chieti, Teramo e L'Aquila e dei Comuni di Pescara e Atri. La mostra antologica, accompagnata dalla realizzazione di un catalogo il cui ricavato contribuirà alla realizzazione di di un progetto umanitario dedicato ai bambini orfani della guerra e della fame, riveste carattere di grande rilevo per la nostra regione: oltre allo stesso Tamburri, infatti, nel periodo dell'esposizione sono attesi a Pescara artisti di fama nazionale, critici d'arte, giornalisti di settore ed esponenti del mondo dell'arte, della scienza e del volontariato. La mostra sarà accompagnata da tavole rotonde, eventi musicali, sportivi e religiosi.
Dopo aver esposto e ottenuto successo in tutto il mondo – Montecarlo, Giappone, Portogallo, Malta, Svizzera, Germania, Belgio, Canada Stati Uniti, Brasile, Arabia Saudita, Etiopia – Federico Tamburri riceve l'omaggio della sua terra: l'Abruzzo. Nato a Atri (Te) nel 1949, l'artista si è progressivamente imposto come uno dei massimi esponenti del cosiddetto “simbolismo figurativo”. Oltre alle vetrate di numerose chiese, di inestimabile valore sono anche le sue opere grafiche, le sue sculture e i suoi dipinti. Una panoramica sulla sua produzione artistica, così, sarà a disposizione degli abruzzesi proprio al museo “Colonna” grazie a Il cenacolo degli Angeli, l'associazione culturale e di volontariato che ha fortemente voluto l'evento. “Sarà un'occasione per tutta la regione – assicura il responsabile artistico della mostra Maria Paola Monaco – per conoscere uno degli artisti più apprezzati a livello internazionale. I suoi colori, le sue fantasie, la sua spiritualità, intrecciati ad una forte ricerca di sacro e di assoluto, non potranno non lasciare nei visitatori un profondo senso di bellezza e di mistero. Ringrazio – conclude – quanti hanno contribuito alla realizzazione di un evento che, ne siamo certi, rimarrà unico nel panorama culturale e artistico di tutto l'Abruzzo”.
Per informazioni: e-mail ilcenacolodegliangeli@hotmail.it

10/06/2006 8.58