L'insegnamento a distanza: se ne discute domani all'Università di Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

857

L'E-learning a Teramo e in Europa. La qualità della didattica di domani è il titolo del convegno che si terrà domani, giovedì 11 maggio, alle ore 9.30, nell'Aula Magna del Campus di Coste Sant'Agostino. Il convegno si propone di approfondire gli aspetti tecnici dell'e-learning, l'insegnamento a distanza.
Dopo i saluti del rettore Mauro Mattioli, i lavori saranno introdotti da Everardo Minardi, direttore del Dipartimento di Teoria dei sistemi e delle organizzazioni, che illustrerà Share, un progetto europeo sull'e-learning, di cui è partner anche l'Ateneo di Teramo.
Il progetto ha lo scopo di definire un programma di e-learning, ottimizzato per l'immissione di nuovi contenuti e il riutilizzo di quelli esistenti. Inoltre saranno create le condizioni, più intuitive ed efficienti possibili, per rendere agevole lo scambio di contenuti fra università, scuola secondaria e aziende.
Il programma utilizzato è Ilias, un software open-source basato sulla libertà dell'utente di utilizzare, copiare, distribuire, studiare, cambiare e migliorare il programma.
Seguiranno gli interventi di Mauro Sandrini, curatore del progetto e dottore di ricerca dell'Università di Teramo, su La tecnologia al servizio della didattica, e di Mario Salvi, dell'ateneo di Bergamo, su E-learning con Ilias all'Università di Bergamo.
I lavori saranno chiusi da Gianluigi Fioriglio, dell'Università La Sapienza di Roma, con l'intervento Problemi e soluzioni per l'E-learning nell'esperienza statunitense e da Fabio D'Andrea, dell' Università di Perugia, su La Formazione dei formatori per l'E-learning.

10/05/2006 15.37