I misteri di Oetzi nella conferenza di oggi a Chieti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

966

“I misteri dell'uomo del ghiaccio tra realta' e leggenda” è il titolo della conferenza che si terrà oggi, mercoledì 10 maggio 2006, alle ore 19:00, al Museo di Storia e Scienze Biomediche di Chieti, presso l'Università D'Annunzio.
Relazionerà il Prof. Franco Rollo (Ordinario di Antropologia, Università di Camerino).
Il 19 settembre 1991, due escursionisti tedeschi, mentre si dirigevano verso il rifugio Similaun, ad oltre 3000 metri di quota, in alta Val Senales, Alpi Orientali, avvistarono un corpo umano che emergeva del ghiaccio. Era l'inizio di una delle avventura scientifiche più importanti del XX secolo che negli anni successivi avrebbe coinvolto decine di antropologi, archeologi e medici legali ed affascinato il pubblico di tutto il mondo.
Nei quindici anni passati dalla scoperta abbiamo imparato molte cose sull'individuo emerso dai ghiacci, che la stampa ha soprannominato Uomo del Similaun o Oetzi. Sappiamo che si trattava verosimilmente di un cacciatore/pastore vissuto oltre 5000 anni fa che morì di morte violenta, colpito alla schiena da una freccia; sappiamo che proveniva dal versante meridionale delle Alpi , dove aveva trascorso la sua gioventù.
Molto resta ancora da scoprire. Quali furono le circostanze che permisero al corpo di mummificarsi e di conservarsi per millenni? Quale significato aveva la presenza dell'uomo sulle Alpi preistoriche ? A quale popolo apparteneva il cacciatore?

10/05/2006 15.05