Gene Gnocchi, venerdì a Pescara per chiudere la campagna dei Ds

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1070

Venerdì 7 aprile, alle 21 presso il Palazzetto dello Sport – piazzale antistadio di Pescara, si esibirà Gene Gnocchi. Il comico parteciperà alla manifestazione di chiusura della campagna elettorale dei Ds, con una sua personale performance intitolata “Satira, comicità e politica: Gene Gnocchi e i Degenerati”, che sarà introdotta da N'Duccio nelle insolite vesti di presentatore.
Gene Gnocchi è sicuramente uno degli umoristi più in voga da alcuni anni a questa parte. Grazie al suo stile moderato e al tempo stesso pungente, Gnocchi è riuscito a ritagliarsi nel tempo uno spazio di rilievo, diventando un punto di riferimento per la risata intelligente e scevra di volgarità. Nel suo curriculum ci sono anche esilaranti esibizioni musicali: stavolta, come suggerisce il nome dello spettacolo pescarese, saranno i Degenerati ad accompagnarlo sul palco.
Eugenio Ghiozzi, questo il vero nome di Gnocchi, “nasce” come avvocato di Fidenza, nel parmigiano, ma ben presto scopre la vocazione alla comicità. Il pubblico televisivo impara a conoscerlo per la prima volta nel lontano 1989, quando appare nella trasmissione di Italia 1 “Emilio” a bordo di una mongolfiera. Da allora è una serie continua di successi: insieme a Teo Teocoli tiene a battesimo nel 1992 “Scherzi a parte”, e partecipa a numerosi programmi come “Il gioco dei 9”, “Mai dire gol”, “Meteore” e “Guida al campionato”. Conduce anche “Dillo a Wally”, parodia dei talk show incentrati sui casi umani. Diventa persino attore, recitando prima in un telefilm, “I vicini di casa”, con Teocoli, Silvio Orlando e Gabriella Golia, poi addirittura in film come “Cuori al verde” con Margherita Buy e “Metalmeccanico e parrucchiera…” di Lina Wertmuller, ritrovando Tullio Solenghi con cui in quel periodo stava facendo coppia alla guida di “Striscia la notizia”. Da alcuni anni, ormai, Gene Gnocchi è ospite fisso di “Quelli che il calcio”, precisamente da quando Simona Ventura ha sostituito Fabio Fazio al timone della trasmissione. “Quelli che il calcio” è servito a Gnocchi come trampolino di lancio per altre esperienze professionali: “La grande notte del lunedì”, il Festival di Sanremo 2004 e, in tempi più recenti, il “Tg duel”, in cui rilegge alla sua maniera le principali notizie della giornata, a ridosso della principale edizione del Tg2, quella delle 20,30. Fin qui un breve riassunto del Gene Gnocchi “televisivo”. L'attività teatrale di Gnocchi è sicuramente meno conosciuta, ma è altrettanto carica di verve, simpatia e divertimento garantito per gli spettatori. In tal senso, l'appuntamento di venerdì 7 aprile potrà servire al pubblico come cartina di tornasole per rendersi conto dell'effettivo valore del comico emiliano. L'ingresso è gratuito.
m.g. 04/04/2006 10.17