Le magiche figure di "Mirabilia" giovedi’ al teatro San Filippo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1140


Alle ore 21.00 di giovedì 6 andrà in scena al Teatro San Filippo dell'Aquila “Mirabilia”, spettacolo in undici quadri per solo marionettista narratore liberamente ispirato a “Le Metamorfosi” di Ovidio. La pièce, di cui Alessandra Amicarelli firma drammaturgia, regia e scenografia, è una coproduzione L'Uovo Teatro Stabile di Innovazione - Centre Culturel Kulturfabrik (Louxenbourg) - Compagnia StultiferaNavis.

“Mirabilia” ha debuttato il 20 novembre scorso a Pescara, Museo delle Genti d'Abruzzo, nell'ambito della edizione 2005 dei “Percorsi teatrali nei musei d'Abruzzo”, progetto promosso dalla Regione Abruzzo (Assessorato alla Cultura e Servizio Beni Culturali) e attuato da L'Uovo . Lo spettacolo è stato poi rappresentato nei musei di Teramo, Vasto e Sulmona e successivamente è stato programmato nei teatri di Atri, Città Sant'Angelo, L'Aquila, Popoli e Sulmona, riscuotendo un vivo successo di pubblico e superando il traguardo delle prime trenta rappresentazioni.

“Se c'è qualche verità nei presentimenti dei poeti, io vivrò”, così Ovidio conclude Le Metamorfosi, poema che esplora le frontiere sottili tra animale, vegetale e minerale ove coabitano e interagiscono uomini, donne, dei, ninfe, mostri, alberi, pietre, uccelli; poema che permette di percepire le provocazioni che gli antichi miti propongono sulle questioni fondamentali del posto dell'uomo nel mondo. “Fluidità” è il concetto da accostare alla forma di teatro di animazione che si vuole proporre con lo spettacolo. Il teatro di animazione è il luogo dell'inventiva scenica in cui è possibile condurre ogni elemento attraverso una sinfonia ricchissima di variazioni, trasformazioni, iperboli: l'oggetto diventa soggetto, l'illusione si fa segno, il gesto diventa metafora, il ritmo suggerisce analogie, l'azione si svincola dai cardini del tempo e dello spazio. A partire da spunti dell'opera di Ovidio si sviluppa una traccia di associazioni confrontando le immagini della creazione dei miti con immagini, ritmi, suoni della contemporaneità. Il soggetto che calamiterà la nostra attenzione sarà quello del contrasto da una parte delle pulsioni divine e umane (desiderio, curiosità, ambizione, collera, gelosia) e dall'altro della fragilità della natura. Questa contrapposizione fa scaturire tematiche come la questione del desiderio di immortalità, la distruzione degli ecosistemi e, in generale, della relazione uomo-natura.

Nell'autunno prossimo MIRABILIA sarà impegnato all'estero, dapprima in Francia, dove parteciperà al Festival mondiale del teatro di figura di Charleville Mezière, città sede della Accademia Internazionale delle Marionette, e successivamente nel Granducato di Lussemburgo.

L'appuntamento per giovedì è alle 21.00; il botteghino (tel 0862.411331) sarà aperto già dalle 18.30 per la vendita dei biglietti; il costo del biglietto posto unico è di cinque euro, mentre per gli studenti universitari è prevista una riduzione speciale a due euro soltanto.
04/04/2006 8.52