Nemmeno un euro per finanziare CastigliArte

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

909

CASTIGLIONE MESSER MARINO – E’ stato approvato nei giorno scorsi dal consiglio comunale il bilancio di previsione per il 2006 e quello triennale nel popoloso centro montano del Vastese
Tra le principali opere programmate dalla giunta guidata dal sindaco e consigliere provinciale dei DS, Emilio Di Lizia, si possono annoverare lavori di consolidamento nel centro abitato, la realizzazione di una rotatoria all'altezza del bivio per Montazzoli, il completamento dell'illuminazione pubblica e della pavimentazione cittadina. Tutte opere necessarie e utili quelle previste dal sindaco Di Lizia, ormai in scadenza di mandato e che non potrà ricandidarsi perché ha già ricoperto la carica di amministratore di Castiglione Messer Marino per due mandati consecutivi. Nel campo della cultura la giunta ha stanziato dei fondi per la realizzazione, in collaborazione con la Provincia di Chieti, di un'importante manifestazione commemorativa del campione di automobilismo argentino Manuel Fangio, originario proprio del centro del Vastese. Nella previsione di bilancio spicca però l'assenza di uno stanziamento pur minimo per quello che da anni è ormai un appuntamento di un certo livello con la cultura e l'arte a Castiglione. Non risulta infatti che sia stata stanziata alcuna somma per finanziare CastigliArte, la consueta manifestazione estiva che attira nel centro montano numerosi artisti, soprattutto scultori, da ogni parte del mondo. Si tratta di un insieme di eventi e manifestazioni, sapientemente distribuite nell'arco di qualche settimana, un mix di arte, sport, musica e cultura che anima l'estate nel centro montano attirando un consistente flusso di turisti. Il sindaco Emilio Di Lizia aveva commentato pubblicamente l'edizione di Castigliarte dello scorso agosto con queste parole: “Il coinvolgimento degli operatori turistici, dei giovani e la creazione di uno sportello turistico fanno sì che CastigliArte non sia solo un evento artistico, ma un tentativo forte e credibile di promuovere il paese e tutto l'Alto Vastese, di far conoscere questo territorio”. Nonostante le belle parole del primo cittadino e le indubbie ricadute positive che Castigliarte riesce a produrre sul turismo locale, la giunta uscente non ha stanziato somme in bilancio. Una decisione difficilmente comprensibile che denota, oltre ad una scarsa sensibilità artistica, anche una miopia rispetto alle potenzialità che il turismo culturale e artistico possono sicuramente sviluppare.
Francesco Bottone

25/03/2006