Due giorni d’arte e cultura con il Fai

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1203

PESCARA. Il programma e le offerte: visite gratuite al conservatorio di Pescara, in due chiese e un museo a Loreto Aprutino
Domani e dopodomani, sabato 25 e domenica 26 marzo, in occasione della quattordicesima “Giornata di primavera” del Fondo per l'ambiente italiano (Fai), anche nel Pescarese saranno aperti al pubblico, gratuitamente, dei poli culturali. Si ripete così per il terzo anno nella provincia di Pescara l'iniziativa nazionale nata per avvicinare i cittadini alle bellezze artistiche ed architettoniche del Paese sotto lo slogan “Diamo un futuro al nostro passato”.
Le strutture selezionate nel territorio provinciale dalla delegazione locale, che fa capo a Mirella Forgione, sono quattro: una a Pescara e le altre tre a Loreto Aprutino. La prima è Palazzo Mezzopreti, la sede del conservatorio musicale “Luisa d'Annunzio” tornato agli antichi splendori dopo il restauro operato dalla Provincia. Le altre sono la chiesa di San Francesco d'Assisi, il museo delle maioliche “Acerbo” e la chiesa abbaziale di San Pietro Apostolo a Loreto Aprutino. L'iniziativa è stata presentata questa mattina, in Provincia, dalla Forgione insieme a Sandro Di Minco, assessore alla Cultura del Comune di Loreto Aprutino, e Pierluigi Evangelista, direttore del museo “Acerbo” di Loreto Aprutino.
Ma cosa sarà possibile vedere?
A Palazzo Mezzopreti, in via Leopoldo Muzii, i visitatori potranno ammirare le sale liberty accompagnati dagli studenti delle classi quarte e quinte del liceo artistico “Mistioni” di Pescara e dal sottofondo musicale degli allievi del corso di musica antica. I concerti sono previsti, domani alle 17, dopodomani alle 11 e alle 17.
Nella chiesa di San Francesco d'Assisi, in piazza Guanciali, ci sarà l'apertura straordinaria del coro ligneo tardo barocco che si trova nella struttura absidale. L'ingresso sarà possibile, domani dalle 15 alle 19, dopodomani dalle 10 alle 13 e nel pomeriggio dalle 15 alle 19. Le guide della cooperativa “L'Albero” accompagneranno i visitatori. Per informazioni telefonare allo 085.8291589.
Al museo “Acerbo”, in salita San Pietro, sarà possibile ammirare le ceramiche di Castelli del periodo rinascimentale e barocco. Le sale rimarranno aperte, in entrambi i giorni, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Nella chiesa abbaziale di San Pietro Apostolo, in via del Baio, sarà possibile vedere la cappella di San Tommaso d'Aquino e dell'Addolorata, in cui ci sono delle pavimentazioni in maiolica di Castelli della fine del XVI secolo, rappresentanti gli unici esempi abruzzesi ancora conservati sul luogo dell'originaria sistemazione.
Le visite sono previste, in entrambi i giorni, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

24/03/2006 14.43