Università: due giorni dedicati alla divulgazione scientifica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1147

“Le parole della scienza” è il titolo dei due incontri dedicati al tema della divulgazione scientifica, con i quali l'Università degli Studi di Teramo parteciperà alla XVI Settimana della cultura scientifica e tecnologica (13/19 marzo), promossa dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.
Gli incontri – organizzati dalla Facoltà di Scienze della comunicazione e dal Dipartimento di Scienze della comunicazione – si terranno martedì 14 e mercoledì 15 marzo, nella Sala conferenze della Facoltà di Scienze della comunicazione, dalle ore 9.30 alle 12.30.
Per l'occasione sono stati invitati gli studenti delle ultime classi delle Scuole superiori della provincia di Teramo che potranno confrontarsi con docenti di tutte le Facoltà dell'Ateneo, sulle tematiche scientifiche di maggior attualità. A condurre il dibattito – aperto al pubblico – saranno i ragazzi di RadioFrequenza, la radio dell'Università degli Studi di Teramo.
Lo scopo delle settimane della cultura scientifica e tecnologica, nate nel 1991, è quello di mobilitare tutte le competenze e le energie del Paese per favorire la più capillare diffusione di una solida e critica cultura tecnico-scientifica, stimolando l'apertura di efficaci canali di comunicazione e di scambio tra la società civile e l'articolato complesso del Sistema Ricerca (università, enti di ricerca pubblici e privati, musei, aziende, associazioni, ecc.).

I temi affrontati nella mattinata di martedì 14 spazieranno dalle cellule staminali alla sicurezza degli alimenti, dall'ambiente costiero alla matematica e all'approccio scientifico alla vita. Dopo la presentazione di Marcello Fantoni, direttore del Dipartimento di Scienze della comunicazione, i vari temi saranno affrontati da Mauro Mattioli, rettore dell'Università di Teramo, Dino Mastrocola, preside della Facoltà di Agraria, Pietro-Giorgio Tiscar, della Facoltà di Medicina Veterinaria, Franco Eugeni e Parisio Di Giovanni, della Facoltà di Scienze della comunicazione. Ci saranno, inoltre, Oscar Straniero e Mauro Dolci, dell'Osservatorio astronomico di Collurania, che parleranno, rispettivamente, dei (micro)Diamanti dall'universo profondo: l'alchimia del XXI secolo e dell'Astronomia in Antartide: una sfida tecnologica non solo per la scienza.
Mercoledì 15 si parlerà, invece, di influenza aviaria, di microbi, ma anche di “scienziati” sociali, di numeri e ricerca informatica, di diritto e del perché comunicare la scienza. Dopo la presentazione di Francesco Benigno, preside della Facoltà di Scienze della comunicazione, interverranno Fulvio Marsilio, preside della Facoltà di Medicina Veterinaria, Marcello Fantoni, direttore del Dipartimento di Scienze della comunicazione, Antonello Paparella, della Facoltà di Agraria, Paolo Berardinelli, della Facoltà di Medicina Veterinaria, Rita Tranquilli Leali, preside della Facoltà di Giurisprudenza, il prorettore vicario, Enrico Del Colle e Luca Tallini, della Facoltà di Scienze della comunicazione. Chiuderà la due giorni Federica Favino, del Centre A. Koyré C.N.R. Scientifique di Parigi, che parlerà delle mistificazioni della scienza.
10/03/2006 13.54