Giovedì la presentazione del "Golosario 2006" e "Avanzi d’autore"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

911

Il giornalista enogastronomico Paolo Massobrio sarà in Abruzzo giovedì 9 febbraio, presso l'Enoteca Visaggio, dove, a partire dalle 18,30, presenterà ufficialmente il suo Golosario 2006, il “manuale delle 1000 e più cose buone d'Italia” e dei posti dove trovarle, giunto alla sua settima edizione, e della guida Avanzi d'Autore, una raccolta di ricette studiate per evitare gli sprechi in cucina, affiancate da consigli pratici per fare la spesa in modo corretto e supportate dai suggerimenti di 12 grandi chef (Moreno Cedroni, Anna Dente, Paolo Donei, Cesare Giaccone, Alfonso Iaccarino, Carlo Nan, Davide Oldani, Nadia Santini, Davide Scabin, Paolo Teverini, Luisa Valazza, Gianfranco Vissani).

Quest'anno Massobrio ha voluto scegliere di farsi ospitare negli spazi dell'Enoteca Visaggio per renderle onore, poiché da sempre la storica enoteca pescarese è recensita sulle pagine del Golosario, tra i luoghi dove andare a caccia di prelibatezze e prodotti selezionati e di altissima qualità.

La presentazione sarà aperta al pubblico, oltre ad essere un' occasione di incontro per tutti i membri del Club di Papillon dell'Adriatico, la sede in Abruzzo, costituitasi da meno di un anno, che è solo una delle 52 sedi del Club Papillon. La nota associazione, che oggi conta in Italia circa 5000 soci, è stata fondata dallo stesso Massobrio, con lo scopo di promuovere la cultura enogastronomica e la riscoperta delle tradizioni enologiche, agricole e culinarie italiane.

Il Golosario è il manuale alle “1000 e più cose buone d'Italia”, il best seller più seguito dagli appassionati di cibi e di vini, che quest'anno diventa ancora più “guida”. Sono infatti 200 i ristoranti che la settima edizione de Il Golosario consiglia su e giù per l'Italia e ben 746 i prodotti artigianali meritevoli di attenzione. Tra questi le migliori birre prodotte dai microbirrifici italiani, le migliori paste artigianali, i sughi, i dolci, i mieli, i liquori, i caffè e ovviamente un'abbondanza di salumi e formaggi. E poi ancora 2.454 Boutique del Gusto (divise tra enoteche, panetterie, pasticcerie, gelaterie, macellerie, salumerie, gastronomie e vere e proprie dispense del buon cibo), 2.144 cantine con i propri vini top, 307 oleifici. Insomma una guida indispensabile per chi si mette sulle strade dei mille campanili d'Italia, in cui ogni regione è introdotta da un personaggio d'eccezione.

06/02/2006 12.15