Presentazione della nuova edizione de "Il rischio educativo"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1103

PESCARA. Venerdì la presentazione della nuova edizione Rizzoli del testo di don Luigi Giussani. Appuntamento alle 21 all’auditorium “Ennio Flaiano”
È uno dei testi che sin dalla prima edizione degli anni Settanta ha segnato in maniera decisiva tantissimi adulti e giovani, insegnanti e genitori, politici e docenti universitari, giornalisti e intellettuali. E oggi come allora “Il rischio educativo” di don Luigi Giussani continua a sfidare con passione e intelligenza un modo riduttivo e forse poco efficace di intendere quella grande impresa umana che prende il nome di educazione.
«La nuova edizione Rizzoli del volume», informa una nota degli organizzatori, «verrà presentata venerdì 20 gennaio all'auditorium “Ennio Flaiano” di Pescara, con inizio alle 21. All'incontro, organizzato dal Centro Culturale di Pescara in collaborazione con l'associazione di insegnanti Diesse Abruzzo e il Sindacato delle famiglie Abruzzo, parteciperanno l'autorevole pedagogista Giorgio Chiosso, dell'Università di Torino, Franco Nembrini, presidente della Federazione delle opere educative, e Maria Rosaria Parruti, magistrato di sorveglianza».
«Si tratta di tre ospiti autorevoli – dice Carlo Di Michele, presidente del Centro Culturale di Pescara -, che racconteranno la loro esperienza a partire dal presupposto fondamentale su cui si basa tutto “Il rischio educativo”: l'educazione non è una questione solo di scuola o per gli addetti ai lavori, ma riguarda davvero tutti. L'incontro di venerdì sera, quindi, sarà l'occasione per addentrarsi in questo tema decisivo a partire da esperienze concrete, possibili, praticate e vive».
L'appuntamento si lega a doppio filo con l'appello “Se ci fosse un'educazione del popolo tutti starebbero meglio” (reperibile sul sito www.appelloeducazione.it), lanciato lo scorso novembre da una cinquantina di personalità del mondo della cultura proprio in occasione della nuova edizione del libro di don Giussani, e al quale hanno già aderito tantissime persone, tra cui circa duecento politici di maggioranza e opposizione.
18/01/2006 16.50