Marzocca e Paiella a L'Aquila: "Ma è possibbole?"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

833

Mercoledì 18 torna, dopo la pausa natalizia e di fine anno, la rassegna “Monologhi e dialoghi – A teatro giovani”.
Questa volta il palcoscenico del Teatro San Filippo ospiterà a L'Aquila una coppia di attori ai limiti del surreale: Marco Marzocca e Max Paiella.
Il primo – farmacista di professione, ma comico per scelta – lavora da anni con Serena Dandini e i fratelli Guzzanti ed è assurto ad una maggiore popolarità entrando a far parte del cast di “Distretto di Polizia”; Max Paiella, invece, è stato la rivelazione del programma della Dandini “BRA – Braccia Rubate all'Agricoltura” ed è anche uno degli strani ospiti della trasmissione “Il ruggito del coniglio” di Radio Due.
Lo spettacolo che i due proporranno è Ma è possibbole?, pièce già andata in scena con successo al Piccolo Jovinelli tra l'ottobre e il novembre 2003 e poi replicata in giro per l'Italia e non solo. “Il Bel Paese” non è solo un formaggio, è l'Italia, il nostro paese, un paese veramente bello. Bello perché vario. Questa varietà di identità e di paradossali stranezze viene portata in scena dalla coppia Marzocca - Paiella, che prende di mira, in maniera ironica e scanzonata, tutti i tic, le manie e le contraddizioni di noi italiani servendosi di una galleria di personaggi già noti al grande pubblico.
Vedremo dunque sfilare un politico improvvisato nei panni de il “Notaio” del Pippo Chennedy Show, il quale ci concederà sempre e solo “Tre Oppzioni” e ci proporrà la bozza della Nuova Sana e Robusta costituzione italiana, lasciandosi poi trasportare dai ricordi dei beni tempi andati. Dopo sarà la volta dell'eterno scartato a tutti i provini televisivi il “Sarebbe Famoso” Denim, immancabilmente spronato dalla sua mamma che lo vuole vedere PROTAGONISTA ad ogni costo. Marco Marzocca (quello vero) cercherà poi, come tutti gli attori che vogliono fare il grande salto, di proporsi ad un improbabile “produttore” come attore e autore di un film per il grande schermo e lì farà capolino il piccolo Mikelino “Pisù Pisù” con la sua ingenuità. Lo spettacolo sarà anche interrotto da una televendita a teatro, nuova frontiera del commercio mediatico, durante la quale si potrà acquistare uno dei primissimi esemplari del mitico bambolotto elettronico STURBY (Turù Tirì), che assicura coi suoi sentimenti elettronici tanto affetto a buon mercato. Il nostalgico cantautore Tek che si esibirà in surreali canzoni e il filippino Arnel con le sue maldestre pulizie. Le caratterizzazioni di Marco e Max riescono a dar vita così ad una movimentata ed esilarante serie di sketches ispirati alla più genuina tradizione della comicità italiana.
L'appuntamento, dunque, è per mercoledì 18 e giovedì 19 gennaio alle ore 21.00 al Teatro San Filippo. Per informazioni telefonare allo 0862.410416; i biglietti saranno in vendita al botteghino del teatro (telefono 0862.411331) dalle ore 18.15 dei due giorni di spettacolo.
16/01/2006 10.35