Fotografia: arriva Lineamente: volti in mostra (non i mostri)

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

912

Non una mera esposizione di ritratti, ma «uno strutturato resoconto delle percezioni di artefici dell'immagine».
Si propone di essere questo Lineamente la mostra fotografica di Leo Margiotti, Flavio Melchiorre, Andrea Straccini.

Con tre diversi approcci si approssimano a presentare volti, figure ed espressioni umane, come tramiti di una comunicazione da analizzare su molteplici livelli, primo fra tutti quello percettivo.

«Il fruitore della mostra», spiegano i fotografi, «si troverà ad attraversare in successione tre spazi espositivi, in cui subirà un impatto differente per ogni situazione. Nel primo, Melchiorre propone lo spunto di una rielaborazione di macchie "grafiche" da interpretare e ricomporre mentalmente in svariate combinazioni facciali; con le opere di Margiotti si è portati ad un' interazione con i suoi vissuti, in particolare con i lineamenti delle persone incontrate e immaginate. Il percorso si chiude con le immagini fotografiche di Straccini che propone una comunicazione negata volta paradossalmente al dialogo».

Dal 23 dicembre le opere saranno esposte al circolo Allegriso a Corso Manthone, 34.
16/12/2005 15.39