Montesilvano: Peso D'Oro a Ricciarelli e Di Luca

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1581

Montesilvano: Peso D'Oro a Ricciarelli e Di Luca
Si è svolta ieri pomeriggio, presso la sala consiliare, l'assegnazione del 17° Peso d'Oro, premio riservato a persone che si sono distinte nell'ambito della cultura, giornalismo, arte contemporanea, arte musicale e ricerca medica.
Il sindaco Enzo Cantagallo e l'assessore Emilio di Censo, presidente dell'associazione “Sport e cultura”, hanno voluto anche quest'anno la cerimonia partita nel 1981 e poi interrotta per alcuni anni.
Il presidente Emilio Di Censo precisa «Per arrivare alla 17a edizione del Peso d'Oro ci sono voluti tanti sacrifici soprattutto dopo l'interruzione di alcuni anni fa. Abbiamo voluto a tutti i costi si ripristinasse il premio e quest'anno i due nomi sono stati proposti e subito condivisi all'unanimità dal direttivo. Katia Ricciarelli è stata scelta perché è la regina della lirica, a lei il merito di aver portato la cultura in ogni angolo del mondo. Danilo Di Luca è invece un grande campione abruzzese distintosi in Italia e nel mondo nello sport. A lui facciamo fin da subito un grandissimo augurio per la vittoria del Giro d'Italia».
I due premiati sono stati insigniti del riconoscimento in oro a forma del peso di una bilancia, interamente lavorato a mano da un artigiano locale, e di un cesto natalizio con tutte le specialità locali. Katia Ricciarelli, non nuova alla città di Montesilvano dove solo due anni fa ha partecipato ad un concerto, ha ringraziato e si è soffermata su alcune riflessioni riguardo la lirica e i tagli finanziari «La lirica è importantissima: c'è musica, canto, azione e ballo. E' proprio uno spettacolo completo. Purtroppo i tagli alla cultura faranno tirare la cinghia a tanti teatri, soprattutto quelli che già prendevano poco. Sarà dura nei prossimi anni andare avanti».
Lo sportivo Danilo Di Luca, testimonial della regione Abruzzo alla prossima Borsa del Turismo di Milano, ringrazia «Ricevo il premio con molto piacere e guadagnarlo a casa vale ancora di più».





Di Luca, senza lasciare dubbi, aggiunge «La preparazione è cominciata e l'obiettivo principale è il Giro d'Italia» suscitando un grandissimo applauso tra i presenti.
Prima della premiazione è stata eseguita una eloquente introduzione a cura del professor Pier Giorgio Orsini e Savino Maggiore.
In serata, presso il Palacongressi, si è tenuto il Concerto di Natale con la stessa Ricciarelli protagonista nel finale. Per l'occasione del concorso, istituito dal Comune con l'obiettivo di premiare gli studenti con il miglior elaborato circa la serata musicale, la Ricciarelli ha messo in palio tre borse di studio presso la sua accademia, l'Accademia Lirica Internazionale, fondata nel 1991.

Posti esauriti ieri sera al Palacongressi dove si è tenuto il Concerto di Natale. Dalle 21 fino alle 23.30 l'orchestra e coro della Filarmonica di Stato di Timisoara hanno intrattenuto più di 3000 persone con un'acustica, curata nei minimi dettagli,










paragonabile a quella di un teatro.
150 professori, comprendenti soprani, tenori e baritoni diretti dal Maestro Nicola Giuliani, hanno eseguito molti brani tra cui il “Valzer dell'imperatore op.437”, “Alla Caccia op.373” e “Sul bel Danubio Blu” di Johann Strass e “In Vacanza! op.133” di Josef Strass, quest'ultima in bis su richiesta del pubblico.
Successivamente ha preso parte anche il soprano Katia Ricciarelli intonando “I te vurria vasà” di E. Di Capua, “Summertime” di G. Gershwin, “Non ti scordar di me” di E. De Curtis con una grande sorpresa finale: dirigere la “Marcia di Radetsky” davanti ad un pubblico coinvolto e divertito dagli applausi a tempo di musica.
15/12/2005 16.09