La stagione teatrale al Fenaroli di Lanciano "la più bella d'Abruzzo"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2115

«Una stagione teatrale così ricca e prestigiosa sarà molto difficile riproporla anche in futuro. D'altra parte il cartellone di Lanciano è il più importante in Abruzzo».
Sono queste le parole d'esordio di Marco Fanfani, presidente dell'Atam (agenzia teatrale d'Abruzzo e Molise) che ha presentato la stagione teatrale 2005-2006 di scena al teatro comunale Fedele Fenaroli.
Sono 43 gli spettacoli in programma, distinti in sette sezioni – prosa, cabaret, a teatro con mamma e papà, balletto, dialettale, gospel e spettacoli per bambini – di scena dal 25 novembre al 19 maggio. Per la prima volta il cartellone è stato allestito dalla neonata Deputazione teatrale, costituita la scorsa primavera, presieduta da Italo D'Autilio e composta da rappresentanti del Comune di Lanciano, della Provincia di Chieti e della Regione Abruzzo.
Particolarmente accurata la selezione degli spettacoli in programma nel cartellone prosa. Tra i protagonisti spiccano i “mostri sacri” del teatro contemporaneo, da Arnoldo Foà a Paolo Poli, passando per Monica Guerritore, Sandra Collodel, Pino Quartullo, Simona Marchini, Luca De Filippo e Massimo Venturiello, e la presenza, seppur solo nel ruolo di regista, di Gigi Proietti.
La più prestigiosa tra le rappresentazioni in cartellone è sicuramente la “Napoli milionaria” di Eduardo De Filippo che sarà proposta il 20 e 21 marzo.
Personaggi di spicco anche nella sezione cabaret, gestita come sempre da Ivaldo Rulli, comico a sua volta e direttore artistico del Festival nazionale Adriatica cabaret. Saliranno sul palcoscenico, tra gli altri, Sasà Spasiano, Domenico Turchi e mago Giò, Nino Taranto e lo stesso Rulli.
Torna con la solita carica di leggerezza e comicità anche l'apprezzatissimo cartellone degli spettacoli dialettali, organizzato dagli “Amici alla ribalta” e in particolare dal presidente artistico Mario Pupillo.
Da alcuni anni il teatro a Lanciano si è distinto anche per l'attenzione rivolta ai bambini, con una serie di spettacoli promossi dall'associazione “Emeis”. In questa sezione rientra anche il cartellone di “A teatro con mamma e papà”, rappresentazioni rivolte a un pubblico familiare e pensate anche per essere promosse nelle scuole.
Due, infine, le novità rispetto all'anno scorso: una serata gospel, di scena il 29 dicembre, e due rappresentazioni dedicate al balletto: “Don Chisciotte” con Andrè De La Roche e “Coppella” con Raffaele Paganini.
Per quanto riguarda i prezzi degli abbonamenti, questi variano dai 93 ai 160 euro e potranno essere acquistati da sabato a martedì prossimi presso il botteghino del teatro.
Un cartellone estremamente diversificato e interessante per organizzare il quale, tuttavia, sono stati fatti enormi sacrifici, come spiega il presidente della Deputazione teatrale, Italo D'Autilio: «I fondi sono sempre meno, mentre le compagnie teatrali costano sempre più. Abbiamo fatto un grande sforzo economico e organizzativo, per cui speriamo di vedere ricompensati i nostri sacrifici».
Nel corso della conferenza si è anche affrontato il problema dei tagli alle manifestazioni culturali previsti dalla Finanziaria. Proprio oggi, d'altra parte, in tutto il mondo sono scesi in piazza gli studenti per manifestare a favore della cultura e dell'arricchimento culturale. Si è fatto solo un accenno minimo, invece, a quello che probabilmente rappresenta il problema principale a Lanciano: la presenza di un teatro, seppur bellissimo, molto piccolo. I posti disponibili sono infatti poco meno di quattrocento e visto l'interesse del cartellone in programma, c'è da aspettarsi una ressa ai botteghini. O almeno questa è la speranza.
Daniela Di Cecco 18/11/2005 15.19


IL PROGRAMMA COMPLETO

[pagebreak]

LANCIANO – Ecco il cartellone completo degli spettacoli in programma per le diverse sezioni.

Venerdì 25 novembre, “Il ponte di san Louis Rey”, regia di Paolo Poli con Paolo Poli, Ludovica Modugno, Mauro Marino (prosa).

Domenica 4 dicembre, “Filumena Marturano” di Eduardo De Filippo, regia di Franco Villani (dialettale).

Lunedì 12 dicembre, “Smemorando”, regia di Gianni Fenzi, con Gianrico Tedeschi, Sveva Tedeschi e Gianfranco Candia (prosa).

Lunedì 19 dicembre, “Oggi”, regia di Arnoldo Foà, con Arnoldo Foà, Evelina Nazzari (prosa). Martedì 20 dicembre, “Don Chisciotte”, con Andrè De La Roche (balletto).

Giovedì 29 dicembre, ”Gospel”.
Da lunedì 2 gennaio a giovedì 5 gennaio, “Aspettando la befana” (spettacolo per bambini). Domenica 8 gennaio, “Mettiteve a ffa l'ammore cu mme”, di Eduardo Scarpetta, regia di Mincione Guarino (dialettale).

Domenica 15 gennaio, “Quella del piano d sopra”, regia di Gigi Proietti, con Sandra Collodel e Pino Quartullo (prosa). Venerdì 20 gennaio Alberto Alivernini (cabaret).

Domenica 22 gennaio, “Mpriestame a mugliereta”, regia di Pino Schiavone e Silvano Murmura (dialettale).

Martedì 24 gennaio, “Arsenico e vecchi merletti”, regia di Attilio Corsini, con Miranda Martino e Viviana Toniolo (prosa).

Domenica 29 gennaio, “I cavalieri della favola gioconda” (a teatro con mamma e papà).

Venerdì 3 febbraio, “La gatta nera”, di Carmine Marino, associazione “Il ponte”, Lanciano (dialettale).

Sabato 4 febbraio, “L'ereditiera”, regia di Arturo Cirillo, con Monica Piseddu, Giovanni Ludeno, Arturo Cirillo (prosa).

Domenica 5 gennaio, “C'era una volta un lupo...” (a teatro con mamma e papà>.

Venerdì 10 febbraio, Nino Taranto (cabaret).

Domenica 12 febbraio “La visbetica domata... ma non troppu>, regia di Luisella Tamagnini (dialettale).

Giovedì 16 febbraio, “Giovanna d'Arco”, scritto, diretto e interpretato da Monica Guerritore (prosa).

Venerdì 17 febbraio, Pablo e Pedro (cabaret).

Domenica 9 febbraio, “La fiammiferaia” (a teatro con mamma e papà).

Mercoledì 22 febbraio, “Le sorelle Materassi”, regia di Maurizio Nichetti, con Marina Malfatti e Simona Marchini (prosa).

Sabato 25 febbraio, “Misteriosa avventura al fantabosco”, spettacolo della Melevisione (spettacolo per bambini). Domenica 26 febbraio, “Na femmina nghe li baffe”, regia di Franco Villani (dialettale).

Venerdì 3 marzo, Domenico Turchi e Mago Giò (cabaret).

Domenica 5 marzo, “Peter Pan” (a teatro con mamma e papà”. Giovedì 9 marzo, “Le smanie per la vileggiatura” di Carlo Goldoni, diretto e interpretato da Elena Bucci, Stefano Randisi, Marco Sgrosso e Enzo Vetrano (prosa). Domenica 12 marzo, “Le baruffe chiozzotte”, di Carlo Goldoni, regia di Pierluca Donin (dialettale).

Venerdì 17 marzo, Sergio Friscia (cabaret).

Lunedì 20 e martedì 21 marzo, “Napoli milionaria” di Eduardo De Filippo, regia di Francesco Rosi, con Luca De Filippo e Imma Piro (prosa).

Domenica 26 marzo, “Nu' marite pe' Catarine”, regia di Duilio Di Nicola (dialettale).
Venerdì 31 marzo, Nello Iorio (cabaret).

Domenica 2 aprile, “Grazie a djie sta tutte bune”, regia di Federica Vicino (dialettale).

Martedì 4 aprile, “Piccoli crimini coniugali”, regia di Sergio Fantoni, con Andrea Jonasson e Massimo Venturiello (prosa).

Venerdì 7 aprile, “Coppelia” con Raffaele Paganini (balletto).
Domenica 9 aprile, “L'arte della commedia”, di Eduardo De Filippo, regia di Guglielmo Marino (dialettale).

Venerdì 21 aprile, Sasà Spasiano (cabaret).

Domenica 23 aprile, cerimonia di premiazione e spettacolo dialettale.

Venerdì 5 maggio, Mario Zucca (cabaret).
Domenica 7 maggio, “Facciamo che Pinocchio...” (a teatro con mamma e papà).

Venerdì 12 maggio, Ivaldo Rulli (cabaret).

Venerdì 19 maggio, Antonello Costa (cabaret).

18/11/2005 15.19