Arriva il novello... ed è subito festa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

955

Arriva il novello... ed è subito festa
Nonostante un leggero assestamento del numero delle bottiglie prodotte lo scorso anno, passate in Abruzzo dalle 311.800 del 2003 alle 290.300 del 2004 (-6,9%), la degustazione del vino novello è diventato in tutta la regione un fenomeno di massa in forte crescita. Il fatturato in Abruzzo è stimato dall'''Istituto italiano del vino novello'' su un milione e 45.080 euro.
Ogni anno, alla mezzanotte del 6 novembre, si svolge il rito del “dèblocage”, l'apertura delle bottiglie.
L'ottimo abbinamento con le castagne è una costante della stagione autunnale, di cui rappresentano entrambi il primo sapore. Le caldarroste esaltano il gusto fresco, fruttato e morbido del novello: un vino che, secondo una singolare, ma efficace immagine, “muore giovane” nel palato dei buongustai.
La festa del “Novello e castagne” sarà allietata da canti popolari e musiche a Tollo, dove la produzione – secondo gli enologi – si prevede quest'anno di ottima qualità
A livello regionale, infatti, in questi anni sono cresciuti sia il consumo sia la produzione, passata dalle 255.000 bottiglie del 2000 alle 284.500 del 2001, alle 324.500 del 2002, per poi subire una leggera flessione in quantità, ma non in qualità, scendendo alle 311.800 bottiglie nel 2003 e alle 290.300 lo scorso anno. Il mercato ha buoni margini di crescita, considerando che la produzione abruzzese rappresenta finora l'1,6% della produzione nazionale e l'1,3% del fatturato complessivo.
In Italia le bottiglie prodotte sono state 17.823.317 nel 2004, 17.214.900 nel 2003 e 17.964.602 nel 2002.

A Tollo (Chieti) – paese per eccellenza “dell'uva e del vino” – l'evento sarà celebrato con una grande festa del “Novello e castagne”, in programma da venerdì 11 a domenica 13 novembre in piazza della Liberazione.
Una “tradizione” avviata nel 2002 dall'amministrazione comunale. Il sindaco, Angelo Gialloreto, e la Giunta hanno affidato l'organizzazione al “Comitato feste e tradizioni tollesi”, cui va il merito del grande successo conseguito dalle manifestazioni allestite nel periodo estivo, alcune delle quali dedicate al prodotto principe del territorio.
«Il Comune di Tollo – sottolinea il sindaco Gialloreto – fa parte dell'associazione nazionale ‘Città del vino', all'interno della quale ha da sempre svolto un ruolo di attento protagonista. Questa manifestazione, che già negli anni scorsi ha ottenuto un evidente successo, intende valorizzare e promuovere il prodotto più importante dell'economia locale e la cultura a esso legata. Lo stesso novello sta regalando soddisfazioni sempre crescenti». 26/10/2005 13.28