Presentazione domani del libro sulla Costituzione del senatore Andrea Pastore

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1195

«Gli anni trascorsi dalla sua promulgazione hanno datato in alcune parti la Costituzione; per di piu' le riforme non devono mai essere attuate in situazioni di emergenza o sotto la spinta della piazza ne' con l'urgenza che ha caratterizzato la riforma del Titolo V che ha introdotto il federalismo regionale».
Cosi' il senatore Andrea Pastore (Fi) spiegava due anni fa il senso dell'imponente lavoro svolto, come presidente della Commissione affari costituzionali e come uno dei quattro saggi della Cdl, per riscrivere la Costituzione della Repubblica. Oggi quel lavoro, nelle sue tappe fondamentali, e' racchiuso in un volume che, in quasi duecento pagine, attraversa i primi quattro anni della XIV legislatura.
Si intitola ''Frammenti di attivita' parlamentare - Riflessioni e interventi sulle Riforme Costituzionali e sulla Legislazione'' il libro (Edizioni Tracce) che sara' presentato a Roma, domani il 20 ottobre prossimo, da Paolo Guzzanti, giornalista e senatore di Fi, il quale ne discutera' insieme all'autore e ad Angelo Maria Petroni, direttore della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha curato la prefazione al testo; a Giovanni Pitruzzella, docente di Diritto Costituzionale all'Universita' di Palermo, e a Renato Schifani, presidente del Gruppo Forza Italia del Senato.

«La Commissione che ho l'onore di presiedere - commenta Pastore - ha svolto una mole di lavoro imponente, che ha affrontato la riforma dei Ministeri e della dirigenza pubblica, ha compiuto una grande opera di analisi delle modifiche apportate al Titolo V della Costituzione, con audizioni qualificate, ed e' intervenuta in materia elettorale».

Suddiviso in tre parti, il libro raccoglie nella prima relazioni svolte in convegni e seminari e alcuni interventi parlamentari; nella seconda, una serie di riflessioni sulla stampa tra le quali una sulla Costituzione europea e sulla sua ratifica attraverso il referendum, un'altra sul rinvio alle Camere della Legge Delega sulla Riforma dell'ordinamento giudiziario da parte del Capo dello Stato. L'ultima parte del volume, infine, riproduce il testo della Costituzione vigente, integrato con le modifiche apportate dalla Riforma cosi' come approvata, in seconda lettura, dal Senato nella seduta del 23 marzo 2005. 19.10.2005