Un "Alieno" a Pescara, a marzo Giovanni Allevi in concerto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9281

 PESCARA. Un «alieno» al teatro Massimo di Pescara. Sul palco Giovanni Allevi, uno dei maggiori compositori puri e incontaminati dell’attuale panorama musicale internazionale. L’appuntamento è per mercoledì 2 marzo (ore 21:00).

Allevi presenterà il nuovo album «Alien», disco di inediti di piano solo, pubblicato il 28 settembre (prodotto da Bizart e distribuito da Sony Music). Il disco è stato registrato presso il prestigioso Auditorio dell’RSI – Radiotelevisione Svizzera a Lugano, luogo “sacro” della musica classica, dove si sono esibiti negli anni grandissimi artisti, da Igor Strawinsky a Martha Argerich.

«ALIEN è il disco più dolce, impetuoso e passionale che sia mai uscito dalle mie dita», ha spiegato Allevi, «ho lasciato che la musica fluisse senza alcuna limitazione, verso una costruzione complessa, dove la tecnica compositiva è sempre a servizio dell'espressività. La creazione musicale - racconta Giovanni Allevi - mi porta in luoghi talmente lontani dalla quotidianità, astratti e al tempo stesso emotivi, che ogni volta mi ritrovo a guardare il mondo con occhi nuovi, tanto da sentirmi un alieno circondato da alieni. “ALIEN” è un lavoro sperimentale, dove la ricerca musicale è tesa verso la dilatazione delle forme e il raggiungimento di una purezza maniacale del suono, volti ad esaltare le sonorità e i ritmi della contemporaneità».

Tanti i concerti e le sue tournée in giro per il mondo. Tra gli ultimi successi in ordine di tempo: il debutto alla Carnegie Hall di New York ad apertura del tour americano e il concerto del primo settembre 2009 all’Arena di Verona, da cui è tratto un DVD/CD che assume portata storica; un evento che è stato definito la «Woodstock della musica classica contemporanea» in cui Giovanni Allevi ha diretto la propria musica sinfonica alla guida della «All Stars Orchestra», un’orchestra di 90 elementi scelti tra i virtuosi dei più importanti ensemble musicali del mondo, di fronte ad un pubblico di oltre 12 mila persone. Ma il suo grande amore, il pianoforte, è sempre con lui, e così eccolo tornare in scena con una serie di concerti di piano solo, anticipati da un’esclusiva anteprima avvenuta il 19 marzo 2010 alla Queen Elizabeth Hall di Londra.

 

28/01/2011 9.55