Il Marrucino riparte da 'Romeo e Giulietta'

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7926

CHIETI. Parte il 20 gennaio con “John Fante Suite” la stagione di Teatro Contemporaneo curata da Stefano Angelucci Marino per il Marrucino di Chieti 

 È stato presentato il cartellone della sezione “Teatro Contemporaneo” del Marrucino di Chieti, curata da Stefano Angelucci Marino, direttore artistico del “Teatro del Sangro” e già direttore artistico del Festival dannunziano di Pescara la scorsa estate.

Nel foyer storico del prestigioso palcoscenico teatino, il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, ha tenuto a battesimo la proposta per il 2011 che si articolerà in cinque pièce di grande interesse e valore artistico, provenienti da tutta Italia.

Da uno sguardo gettato sulla vicenda di uno scrittore abruzzese trapiantato in America e mai dimentico delle sue origini fino ad una nuovissima rilettura del capolavoro di William Shakespeare, quel “Romeo e Giulietta”: sono questi i due estremi tra cui si snoda il cartellone di Teatro Contemporaneo al Marrucino, che parte il 20 gennaio.

L’avvio infatti verrà dato giovedì prossimo con “John Fante Suite”, una produzione del “Teatro del Sangro”  che penetra con intelligenza ed originalità nella scrittura stessa dello scrittore americano, originario di Torricella Peligna. Dall'Abruzzo, il cartellone si muoverà lungo tutto lo Stivale, toccando Udine, da cui arriverà “Madame de Sade”, produzione dell'Accademia degli Sventati (che dall’originale data prevista, 11 marzo, slitterà verosimilmente al 15 marzo per esigenze del teatro Marrucino), poi Firenze, sede della compagnia Krypton che il 24 marzo metterà in scena “Uno, nessuno e centomila” di Luigi Pirandello, la Sicilia di Giovanni Anfuso, già regista del “Nabucco” che ha aperto la stagione lirica a Chieti, che porta in scena “Novecento”, tratto dall'omonimo best-seller di Alessandro Baricco (in scena il 16 aprile), per finire a Milano dove l'Atir Teatro ha concepito la versione di “Romeo e Giulietta” che il 3 maggio chiuderà la stagione del Contemporaneo.

«Il cartellone del Teatro Contemporaneo – ha dichiarato il sindaco, Umberto Di Primio, – dimostra come siamo riusciti a far rialzare il sipario del Marrucino con un programma di alta qualità in ogni sezione e coinvolgendo il territorio, riappropriandoci della nostra identità. L’Abruzzo presenta diverse eccellenze e nasconde qualità che vanno valorizzate ed attivate, come quelle di Stefano Angelucci Marino».

«Per questa stagione di Teatro Contemporaneo a Chieti – ha spiegato Stefano Angelucci Marino – ospitiamo quegli artisti che rompono consapevolmente l’autoreferenzialità e i riti celebrativi per porsi come obiettivo principale la ricerca della comunicazione con il pubblico». 

 18/01/2011 8.50