"Anno Zero", il film di Vallone sbarca a Torino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6390

ABRUZZO. Dopo la partecipazione al prestigioso Festival di Roma, e la presenza all’interno della rassegna meneghina di lungometraggi italiani, nella quale l’opera è stata considerata come una delle più significativi debutti di questa stagione cinematografica dal noto critico Giancarlo Zappoli, “Anno Zero”, il film di Milo Vallone, inizia il suo tour di presentazione nelle sale italiane. Per questa prima tranche si partirà da Torino con una proiezione prevista per sabato 15 gennaio e si proseguirà sino ad Aprile con proiezione prevista a Roma per il 6 Aprile al Cinema Aquila. Particolare importanza avranno le proiezioni previste dal 24 al 29 gennaio a Pescara.

Con il sostegno dell’Assessorato al Turismo del capoluogo adriatico, si terranno n°6 proiezioni in n°3 distinte sale pescaresi. Il film è liberamente ispirato ad un testo di Jean Paul Sartre, dal titolo “Bariona o figlio del tuono”, Anno Zero racconta la storia di Bariona, capo di un piccolo villaggio della Galilea, il quale oppresso dalla continua richiesta di tasse da parte dell’Impero Romano, impone che nel suo villaggio non nascano più bambini. Tutto questo nel giorno prima della nascita di Gesù Cristo e nel momento in cui la sua compagna gli annuncia di essere incinta. Anno Zero tra troupe e cast, ha visto impegnate 52 persone tutte abruzzesi ed è stato intermente girato in Abruzzo, nei comuni di San Valentino, Caramanico Terme e l’Aquila. Partecipazione straordinaria del noto attore di teatro italiano Edoardo Siravo,

Girato a San Valentino in Abruzzo Citeriore, il film si avvale di qualche scena girata anche a Caramanico e la Basilica di Collemaggio a l’Aquila, segnata dalle ferite del terremoto del 6 aprile 2009, come a sottolineare un auspicio di rinascita per il capoluogo abruzzese.

A meno di un anno dalla sua uscita Anno Zero, nelle varie anteprime ha già attratto l’attenzione e il plauso di pubblico e critica. Sono state scritte recensioni estremamente positive sia sulla stampa di settore che su vari quotidiani tra cui “Il Corriere della Sera” e “L’Avvenire” che ha dedicato al film l’intera prima pagina della rubrica di Cultura e Spettacolo definendo Anno Zero un “caso”.

15/01/2011 9.26