Vasto, Da Pirandello a Modugno: comincia la stagione di prosa al Rossetti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3642

 

 

VASTO. E’ un calendario ricco ed intenso quello che si terrà dal 12 gennaio al 9 marzo al Teatro Rossetti di Vasto. Una stagione teatrale all’insegna della prosa. Si spazierà da Pirandello a Cristicchi a Modugno.

Il sipario si alzerà il 12 gennaio con “Due vecchiette vanno al Nord” di Pierre Notte, regia di Marcello Cotugno, con Iaia Forte e Daniela Piperno. E’ la storia di due sorelle diverse ma profondamente legate che si avventurano in un viaggio verso il Nord. Si continua il 31 gennaio, con “Se ci amiamo non ci estinguiamo “di Cetty Sommella, diretto da Nando Paone. Lo spettacolo porta in scena il racconto di una vita coniugale di due anziani coniugi Franco e Milena che vivono la loro routine (fatta di televisione, medicine, solitudine) finchè lui, Franco, non si riscatterà vomitando veleno sui figli e rinfacciando loro di non essere stati “esemplari”.

L’8 febbraio si volta pagina e toccherà a “Volare”, un omaggio a Domenico Modugno con musiche dal vivo; un percorso nella vita di un cantautore conosciuto. Toccherà a “Questa tosse”, in cartellone il 17 febbraio raccontare la storia di quattro personaggi giovani e vivi e di un vecchio il più vivo di tutti forse, quello che sa che sta per finire il viaggio ed insegna agli altri come vivere anche se lui non sa e non saprà mai come morire.

Non mancherà l’ironia e l’intelligenza della commedia pirandelliana con l’opera princeps “Uno nessuno e centomila “ in scena il primo marzo grazie all’ adattamento teatrale di Roberto Manfridi e regia di Giancarlo Cauteruccio, con Fulvio Cauteruccio, Monica Bauco, Laura Bandelloni.

Calerà il sipario il 9 marzo con “Li romani in Russia” di Elia Martelli, per la regia di Alessandro Benvenuti. Il protagonista, Simone Cristicchi narrerà l'orrore vissuto da soldati romani inviati sul fronte nel 1941 in dialetto romanesco.

21/12/2011 08:54