Monica Vitti, la mostra fotografica a L’Aquila

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4547

L’AQUILA. Quarant'anni di splendida carriera in 75 fotografie che raccontano il talento di Monica Vitti.

È stata inaugurata ieri sera, alla presenza dell'assessore alla Promozione culturale Luigi De Fanis e del direttore del Centro sperimentale di cinematografia Marcello Foti, la mostra fotografica "Monica e il cinema. L'avventura di una grande attrice", che rimarrà aperta fino al 14 gennaio nei locali posti al quarto piano della sede dell'assessorato alla Cultura in via Salaria Antica Est all'Aquila. «Si tratta di un appuntamento culturale importante per la città dell'Aquila - ha esordito l'assessore De Fanis - che riporta al centro della scena l'ultima grande attrice dalle molteplici sfaccettature e che rappresenta più di altre l'anima del cinema italiano. L'omaggio a Monica Vitti è solo l'inizio di una importante collaborazione tra la Regione Abruzzo e il Centro sperimentale di cinematografia dell'Aquila e la Scuola di cinematografia di Roma che vuole riprendere quel percorso culturale bruscamente interrotto dal terremoto. E se si parte da Monica Vitti - ha concluso l'assessore - non è un caso perché proprio questa attrice è la più amata dalla gente».

La mostra fotografica ha esordito a Roma in occasione del Festival internazionale del cinema e ha riscosso un grandissimo successo di pubblico. La conferma arriva da Marcello Foti: «quando la mostra è partita a Roma abbiamo pensato ad un tributo, poi ci siamo accorti dalla straordinaria affluenza dei visitatori quanto sia amata Monica Vitti, nonostante la sua assenza forzate dalle scene nazionali. La Vitti rappresenta più di un simbolo per il grande pubblico e celebrarla anche qui all'Aquila rappresenta un passaggio obbligato».

Lo stesso Foti ha poi confermato che l'omaggio a Monica Vitti «è solo l'inizio di una collaborazione culturale importante che ha l'obiettivo di coinvolgere, insieme con la Regione, la Provincia e il Comune, i giovani e tutti quelli che in questa città operano nel campo della cultura. Il Centro sperimentale - ha concluso Foti - vuole insomma diventare componente essenziale dell'Aquila».

 15/12/2011 10:41