Cinema. Quattro "svalvolati" motociclisti sulle strade d’America

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2046

Quattro amici, la vita di città, la routine di una vita piatta e soffocante; la passione per le moto e un attimo di follia: sono questi gli ingredienti di “Svalvolati on the road”, la commedia di Walt Becker che sta occupando con successo le sale italiane da diversi giorni.
Tim Allen, John Travolta, Martin Lawrence e William H. Macy sono i quattro amici di vecchia data che decidono di intraprendere un viaggio di una settimana on the road, in sella alle loro motociclette.
Tutto sembra andare per il meglio, un'avventura tranquilla tra motociclette, capelli al vento, risate e gag, il tutto tra il piacere di scoprire una natura nuova e sconosciuta e le riconferme di un'amicizia che non cambia nel tempo. La sosta ad un bar pieno zeppo di “veri” motociclisti, capitanati da Ray Liotta, sarà l'occasione per i quattro di misurarsi con la vita di strada, assaporando la polvere e la fatica tra una risata e un'altra.
Walt Becker è riuscito, con questa pellicola, nel non facile compito di dare al pubblico una commedia pulita e mai volgare, originale nonostante le gag proposte giochino spesso su luoghi comuni, come l'omosessualità di un poliziotto o la goffaggine dei quattro “bikers”.
Bella la prova dei protagonisti, un giusto mix di esperti della commedia (es. Martin Lawrence, “Bad Boys”, “Big Mama”) e non, come William H. Macy (“Bobby”, “Inland Empire”, “Thak you for smoking”, …).
Un film davvero per tutti.

Ernesto Valerio 08/05/2007 10.19