Parte la rassegna Teatro e Oltre a Loreto Aprutino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1892

LORETO APRUTINO. "Teatro & Oltre" è la stagione teatrale che l'associazione Culturale Lauretana e Il Teatro del Paradosso organizzano dal 2002; appuntamento ormai consolidato nella regione e in particolare nel territorio vestino dove essa si colloca. La quinta edizione presenta novità interessanti e, come in passato copre tutti gli ambiti teatrali.

Una nuova produzione del Teatro del Paradosso apre la rassegna:
"L'ispettore a Pallano". Ha debuttato al Festival " Il Fiume e la memoria" di Pescara, diretto da Milo Vallone e proprio da Loreto parte la tournee che prosegue con Napoli (Teatro Area Nord), Atessa (Teatro Comunale), Lanciano (Teatro Fenaroli), Minerbio (BO – Teatro Minerva), Rimini (Il mulino di Amleto), Orsogna (Teatro De Nardis).
Il regista, Stefano Angelucci Marino, rilegge Gogol in chiave contemporanea, immergendo le situazioni paradossali e comiche in un Abruzzo attuale, corrotto e gretto.
Il secondo appuntamento di teatro contemporaneo è " Una Patatina nello zucchero" (30 marzo) tratto dai monologhi di Alan Bennet, uno dei maggiori drammaturghi inglesi contemporanei. Stefano Jotti, grande protagonista del teatro di narrazione, riscrive i monologhi reinventandone il protagonista, Graham. Lo stesso Stefano Jotti dirigerà un laboratorio di formazione sull'arte del racconto, seminario pratico sulla narrazione (26marzo-1 aprile), rivolto a professionisti ma anche a tutti coloro che vogliono esplorare l'arte della narrazione in generale, ovvero, insegnanti, performer, registi, ecc.
"Zio Vanja" (13 aprile) diretto da Cesar Brie e Isadora Angelini è uno spettacolo di grande intensità emotiva, ben interpretato dalla compagnia di giovani che Cesar segue da anni. E'
una messinscena inedita, innovativa, che fa giustizia dei residui naturalistici delle messinscene cechoviane.
Conclude la rassegna di teatro contemporaneo il Teatro del Krak con "inQuiete, le parole" (3 maggio), un interessante lavoro sugli scritti di Annemarie Schwarzenbach, regia, ideazione e progetto scenico di Antonio Tucci.
Il teatro ragazzi vede tre interessanti appuntamenti. Il 20 marzo per le scuole con il Teatrino dell'Es di Bologna sul tema
dell'alimentazione: "Il dolce, il salato e l'allegro"; il 22 aprile con Florian TSI in "Barbablù" regia di Mario Fracassi e il 13 maggio la nuova produzione del Teatro del Paradosso: "Graffio e Rondinella", con Federica Nobilio e Tommaso Di Giorgio.

ll piacere della voce, seminario pratico sulla vocalità, è il laboratorio di formazione per attori, cantanti e per chiunque voglia approfondire la propria vocalità; diretto da Sandra Passatello, performer bolognese di grande professionalità e capacità. Il seminario si terrà dal 4 al 6 maggio.


16/03/2007 9.18