Pavarotti: «questo Mazzocchetti ha proprio una voce interessante»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3860

GUARDA IL VIDEO DEL DUETTO CON EMII STEWART


GUARDA IL VIDEO DEL DUETTO CON EMII STEWART


SANREMO. Il voto positivo, proprio il giorno della seconda esibizione di Mazzocchetti, arriva dal tenore dei tenori Luciano Pavarotti, che in una intervista concessa al quotidiano La Stampa ammette: «Ha una bella voce. Sì, proprio bella. Molto interessante». Ma aggiunge anche di fare il tifo per Tosca.
E l'esibizione di ieri sera sembra aver convinto il teatro Ariston che a fine esecuzione è scoppiato in un fragoroso applauso. Nella serata di ieri, quella dei duetti, Mazzocchetti aveva probabilmente la partner più forte di tutti, Amii Stewart, tra le più grandi artiste della musica internazionale. Piero l'ha scelta senza paura che la popolarità di quest'ultima riuscisse ad eclissare la sua.
Ma per un po', sinceramente, è stato così.
Infatti la cantante, prima del duetto, si è esibita da sola sulla colonna sonora del premio oscar Ennio Morricone "Il deserto del Sahara".
Dopo la esibizione Baudo ha fatto notare la contraddizione di questa "strana coppia": «guardate com'è strana la vita», ha esordito il presentatore. «Amii è partita da Londra e venuta in Italia. Questo "pischerno" (riferito a Mazzocchetti, ndr), è partito da Pescara e ha conquistato la Germania. Ma sta riscuotendo grande successo anche da noi e dopo questa sera lo avrà ancora più grande».
E l'esecuzione dei due sembra ben riuscita. Mazzocchetti appare ben più rilassato e tranquillo della prima serata. Il volto è disteso e la mano cerca sempre quella della sua partner. Il brano è stato cantato metà in italiano e metà in inglese, come consentito dal regolamento, sebbene si tratti del Festival della musica italiana. E alla fine quella del teatro Ariston è stata una ovazione.

I GIUDIZI DEI CRITICI

Paolo Butturini "Gazzetta dello Sport"


«PIERO MAZZOCCHETTI CON AMII STEWART 6,5 – Siamo al teorema che due fantasisti potrebbero anche pestarsi i piedi. Le voci sono straordinarie, ma alla fine distraggono e il gioco di squadra ne risente. INDIVIDUALISTI»

Paolo Biamonte su Libertà

«L'angolo dedicato alla contaminazione tra lirica e pop è stato occupato dal tronitruante duetto tra Piero Mazzocchetti e Amii Steward. Ancora una volta presentandolo, Baudo ha evidenziato la storia da emigrante di ritorno di Mazzocchetti. Schiavo d'amore si è guadagnata l'ovazione del Teatro Ariston».

Il Giornale

«Amii Stewart, tramuta in aria da musical la romanza del bravo Mazzocchetti»

Il Giorno
«Alternano italiano e inglese Mazzocchetti e Amii Stewart, il duetto pare non decollare come gli interpreti vorrebbero, ma il pubblico applaude. Molto».

Il sito internet Newsic

«Emozionante. Grande voce entrambi. Tanto di cappello anche se il genere non ci esalta. 7»

GUARDA L'ESIBIZIONE DEL DUETTO