"Percoso Jazz", all’Aquila Stefano Di Battista omaggia Charlie Parker

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1744

L’AQUILA. Con un omaggio ad uno dei simboli della musica jazz, si apre domani, 11 febbraio, il ciclo di concerti "Percorso Jazz", a cura della Società Aquilana dei Concerti "B. Barattelli". Stefano Di Battista, uno dei musicisti italiani di maggior talento, renderà omaggio al grande sassofonista afroamericano Charlie Parker. L’appuntamento è al Teatro Comunale dell'Aquila domani, alle 18,15.
La line up sarà composta da Stefano Di Battista, sax; Dario Rosciglione, contrabbasso; Julian Oliver Pazzariello, pianoforte; Marcello Di Leonardo, batteria. Con il suo quartetto jazz, Di Battista è presenza fissa, da oltre un anno, della trasmissione televisiva “Il senso della vita”, condotta da Paolo Bonolis, durante la quale intrattiene gli spettatori con brevi quanto raffinati intermezzi musicali.
Indubbiamente, da un punto di vista mediatico e di immagine, è forse questa la “carta” che ha dato più soddisfazione al sassofonista tra le tante che ha potuto giocare, perché gli ha permesso di farsi conoscere ancor di più dal grande pubblico, in contrapposizione ad un ambiente – quello jazzistico – tanto raffinato quanto, talvolta, elitario ed esclusivista.
Ma Stefano Di Battista è anche il marito di Nicky Nicolai e, oltre ad essersi esibito con lei a Sanremo 2005 (presentando il brano “Che mistero è l'amore”), ha prodotto quasi tutte le tracce dell'ultimo disco della moglie, “L'altalena”, in cui spicca il brano “Spirito benigno”, fresco, vivace e soul, dove c'è sempre il suo sax a dominare il tutto. Quello tra Nicky e Stefano (lei, oltretutto, è di origini abruzzesi) è un sodalizio artistico, prima ancora che sentimentale: la Nicolai si è esibita con il Jazz Quartet nei più importanti palcoscenici italiani (dal Blue Note di Milano all'Auditorium di Roma) e ha suonato con Lucio Dalla nel tour “Dalla in jazz” in Italia e in tutte le numerose date europee. Ma torniamo all'estro di Stefano Di Battista.
Non pago delle sue numerose ed importanti esperienze, il musicista ha anche partecipato all'ultimo disco del trombettista torinese Fabrizio Bosso, pubblicato per la celebre etichetta Blue Note ed intitolato "You've Changed".
Nel lavoro, Di Battista è impegnato in una splendida versione di "Senza fine" di Gino Paoli. Ma ecco che ancora il suo percorso di vita si incrocia con l'Abruzzo: Mimmo Locasciulli lo ha infatti voluto per suonare all'interno del suo ultimo album, “Sglobal”. Così il cantautore pennese: «Stefano Di Battista è un grande sassofonista: in “Perso e trovato” è stato il collante tra il mio mondo e quello di Greg Cohen, che ha firmato la musica».
Un omaggio a Charlie Parker, d'altronde, non è cosa da tutti: puoi rischiare di cadere con estrema facilità se non sei in grado di fronteggiare adeguatamente la sfida. Stefano Di Battista, ne siamo certi, saprà ancora una volta stupirci.

Massimo Giuliano 10/02/2007 8.56