...E tra i big di Sanremo un illustre "sconosciuto": Piero Mazzocchetti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2981

...E tra i big di Sanremo un illustre "sconosciuto": Piero Mazzocchetti
PESCARA. Piero Mazzocchetti, tenore di Pescara tra i big del prossimo Festival della Canzone italiana. Tra Albano e Jonny Dorelli il giovane pescarese si farà conoscere in Italia. E' conosciutissimo in Abruzzo ed in Germania, ma il grande pubblico lo ignora... almeno finora. ASCOLTA IL NUOVO DISCO
L'edizione del prossimo Festival di Sanremo avrà anche un big abruzzese.
Il fortunato prescelto dalla giuria tecnica della manifestazione canora è Piero Mazzocchetti, tenore di Pescara che in città è riuscito a ritagliarsi un suo spazio in piccole e grandi manifestazioni, soprattutto legate alla solidarietà.
Dalla voce potente il giovane tenore da oltre 15 anni sgomita per farsi conoscere; è di casa in Abruzzo dove partecipa a piccole manifestazioni e da alcuni anni è popolarissimo in Germania dove è conosciutissimo.
E allora perché canterà insieme ai big della musica italiana, come ha ufficializzato ieri sera Pippo Baudo nel corso di Domenica In?
Perché Mazzocchetti negli ultimi anni è diventato una vera e propria star, in Germania, secondo il più antico "Nemo profeta in patria", incidendo tre dischi e riuscendo a vendere oltre 150 mila dischi.
Con numeri del genere il tenore entra di diritto nella lista dei big e il palcoscenico sanremese sarà, probabilmente, il suo trampolino di lancio nel mercato italiano che per il momento non ha creduto in lui.
Mazzocchetti è arrivato al Festival di Sanremo grazie al suo attuale produttore Adriano Aragozzini che con il festival ha una certa dimestichezza e che da sempre ha affiancato musicisti che hanno fatto la storia della musica italiana. E' stato personal manager di Gino Paoli, Patty Pravo, Luigi Tenco e crede anche nelle potenzialità del giovane tenore emigrante.
E Baudo deve avergli creduto.
Ma se l'Italia non conosce ancora questo tenore la Germania ha saputo invece apprezzarlo e annoverarlo tra le "specialità" di casa nostra.
Nato 29 anni fa a Pescara ha al suo attivo tre dischi venduti e adesso potrebbe finalmente riscattarsi e farsi conoscere anche nel suo paese.
Piero è partito dall'Abruzzo quasi 10 anni fa, alla volta di Monaco di Baviera.
L'inizio non è stato facile e ha cominciato con grande forza di volontà a destreggiarsi tra serata di piano bar.
E proprio questa è stata la sua fortuna, perché una sera al ristorante ha incontrato il suo manager tedesco.
Da lì la strada è tutta in discesa: basta una apparizione televisiva per entrare nelle classifiche: Mazzocchetti si esibisce infatti prima di un incontro di pugilato e da quella sera la sua "L'eternità" entra nella top ten tedesca.
A Sanremo Mazzocchetti porterà "Schiavo d'amore" ma soprattutto la soddisfazione di cantare per la prima volta davanti ad una platea italiana.
E' anche vero che nella sua città non disdegna di partecipare a piccole e grandi manifestazioni.
Solo l'ultima in ordine di apparizione, forse vi dirà qualcosa: lui era il tenore che si esibì la "Notte Mondiale".
Poco prima che arrivassero in Piazza Salotto i campioni del mondo pescaresi Massimo Oddo e Fabio Grosso, nonché la coppa del mondo, la folla in fermento ascoltò dalla sua voce L'inno di Mameli. E forse anche in quell'occasione più di qualcuno si domandò chi fosse.

08/01/2007 8.45