La storia del banco alimentare in un incontro di domani

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1139

Una storia di carità, una storia di amicizia, una storia di uomini appassionati del destino dei loro fratelli uomini. È la storia del Banco Alimentare dell'Abruzzo, la realtà che nella nostra regione quotidianamente contribuisce a sfamare circa 30 mila indigenti.
È la storia che verrà raccontata domani, mercoledì 16 novembre, nell'aula consiliare del Comune di Pescara alle 18.30, nel corso del convegno regionale dal titolo “Una passione per l'uomo” al quale parteciperà il presidente nazionale del Banco Alimentare, don Mauro Inzoli. Con lui, tra i relatori, anche l'assessore regionale alle Politiche sociali, Betty Mura, e alcuni protagonisti di questa vera e propria “rete” della solidarietà: Giuseppe Ranalli, presidente della Tecnomatic Group spa, Vincenzo Stellabotte, direttore delle relazioni esterne della Fater spa, e Paolo Giorgi, presidente del movimento Celestiniano dell'Aquila. All'incontro, moderato dal direttore di Ateneo in linea e del notiziario di Telemare, Lorenzo Labarile, porterà i suoi saluti anche il sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso.
«Come negli anni passati – spiega Luigi Nigliato, presidente del Banco Alimentare dell'Abruzzo onlus – il presidente nazionale don Mauro Inzoli ha scelto di venire nella nostra regione per raccontare le origini e la sfida educativa del Banco: gliene siamo davvero grati, così come ringraziamo di cuore l'assessore Mura per aver accettato il nostro invito a partecipare all'incontro. Invito pertanto tutti i cittadini ad accorrere numerosi al convegno di domani: siamo certi – conclude Nigliato – che sarà un momento bello e utile per approfondire la conoscenza di questa importante rete di solidarietà, anche in vista della Colletta Alimentare del prossimo 26 novembre».
Il sito : www.abruzzo.bancoalimentare.it.

15/11/2005 8.50