Teramo: incontri d’autore "Le altre parole del Teatro"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1742

TERAMO. La società della Musica e del teatro Primo Riccitelli organizza incontri con i grandi del teatro per conoscerne e studiarne l'arte ed i segreti.
Martedì 15 novembre parte il ciclo di conferenze dedicate ai mestieri del teatro. Realizzato dalla società della Musica e del teatro Primo Riccitelli (www.primoriccitelli.it ), con la collaborazione della Imago Film di Roma, il progetto vuole essere uno spaccato sui mestieri del teatro, sulla storia ed evoluzione, sulle difficoltà incontrate e i percorsi previsti. In parallelo alla stagione teatrale verranno realizzati sette incontri con gli artisti.
Apre il ciclo di conferenze Duccio Camerini, regista e scrittore che, raccontandoci di sé, accompagnerà i partecipanti nell'affascinante mondo della regia teatrale dove «creare uno spettacolo significa anche rispettare un testo ma interpretarlo, dare valenza attuale ai personaggi e tante altre cose».

Seguirà Giuseppe Manfridi, considerato a buon diritto uno dei maggiori rappresentati europei della scrittura teatrale.
Cosa significa scrivere un testo che poi sarà interpretato, manipolato e realizzato ma che dovrà nonostante i vari passaggi arrivare intatto con i suoi messaggi e le sue valenze?

Ancora un grande nome, dopo le feste natalizie Giulio Scarpati, noto al grande pubblico per la sit-com “Un medico in famiglia”, terrà una conferenza sull'insegnamento del mestiere dell'attore. Scarpati, che in verità vanta molte interpretazioni ben più importanti di quella citata, ha da sempre dedicato una buona parte del suo tempo all'insegnamento. E' titolare di una scuola a cui non dà solo il nome, come spesso capita, ma che cura da sempre in prima persona.

Tra i nomi altisonanti con cui il pubblico teramano avrà la possibilità di confrontarsi e dialogare ci sarà anche Paola Gassman, attrice che in famiglia ha da sempre respirato l'aria del palcoscenico.

Per la musica sarà a Teramo Beppe Vessicchio, tanta musica teatrale e non al suo attivo, spiegherà quanto è importante la musica di scena e perché lui, sebbene noto per il Festival di Sanremo, non l'hai mai trascurata.

Questo primo ciclo di incontri ha incluso tra gli appuntamenti il maggior rappresentate vivente del teatro napoletano: Luigi De Filippo. La conferenza sarà un omaggio al teatro dialettale e alla forza nazionale che vanta da sempre.

La chiusura della prima rassegna di incontri sarà curata da Ugo Pagliai che è anche il direttore artistico della Stagione teatrale della Primo Riccitelli e che, proprio a Teramo, ha anche avviato una seire di incontri con i ragazzi delle scuole medie superiori. 14/11/2005 9.15