Oggi la chiusura del 16° Chieti Film Festival

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1779

CHIETI. Si conclude oggi 11 novembre il 16° Chieti Film Festival, dopo 9 giorni ricchi di proposte assai gradite dal pubblico che si è riversato numeroso al Supercinema. Si chiude con la cerimonia di premiazione che vedrà, tra i suoi ospiti il regista Giuseppe Tornatore e l’attore Roberto Herlitzka.
Per il concorso ‘Opera prima', la giuria costituita dagli studenti delle scuole medie superiori di Chieti e dagli studenti delle Facoltà di Lettere e di Scienze della Formazione sempre di Chieti ha premiato Luciano Melchionna autore del film ‘Gas' ed i suoi interpreti, Lorenzo Balducci e Sandro Giordano.

Questo l'intenso calendario della giornata al Supercinema: alle ore 15,00 sarà proiettato “La sconosciuta”, l'ultimo intenso film di Giuseppe Tornatore con Xenia Rappoport, Michele Placido, Claudia Gerini: dopo l'ultimo film , il discusso Malèna, Tornatore è tornato dietro alla macchina da presa con una storia tagliente, un noir centrato sul tema della solitudine. Durante la lavorazione, il regista ha oculatamente rivelato solo pochi dettagli: la sconosciuta del titolo è Irena, venuta dall'Est in Italia in cerca di fortuna. La ragazza fa lavori umili e si mette nei guai con gente senza scrupoli. Tornatore ha scelto di ambientare il film a Trieste, città elegante e ricca di contraddizioni, luogo di passaggio e di confine.

Alle ore 17,00 è la volta di “Profumo. Storia di un assassino” di Tom Tykwer con Dustin Hoffmann, tratto dal romanzo di Patrick Suskind: Jean-Baptiste Grenouille, orfano nella Parigi del 1738, possiede qualcosa in meno e qualcos'altro in più rispetto al resto dell'umanità. E' totalmente inodore ma ha un apparato olfattivo unico, capace di distinguere ogni tipo di emanazione. Questo determinerà tutta la sua straordinaria e orribile vita. Nel fugace mondo degli odori cercherà il segreto per preservare nel tempo gli aromi, estraendone la quintessenza fondamentale dai corpi di tredici ragazze. Insomma un serial killer ossessionato da un unico scopo che semina terrore a Grasse, in Provenza.

Alle ore 20,00 si procederà alla cerimonia di premiazione condotta da Arianna Ciampoli.
Durante la cerimonia sarà presentato al pubblico il cortometraggio realizzato a Chieti dal titolo “Amore in Chat” dal Liceo della Comunicazione “B.V. del Carmine” di Chieti, l'Istituto Statale d'Arte “N. da Guardiagrele” di Chieti e il Liceo Scientifico “R. Mattioli” di Vasto.

Infine alle ore 20,45 in prima visione verrà proiettato il recentissimo film di Roberto Andò, “Viaggio segreto” protagonisti Alessio Boni, Donatella Finocchiaro, Roberto Herlitzka, Valeria Solarino, Claudia Gerini. Il film è una libera trasposizione del romanzo ‘La ricostruzione' di Josephine Hart che è un viaggio interiore dalle tinte barocche, un ritorno improvviso alle radici dell'infanzia. Lo psicanalista Leonardo Ferri ha abbandonato la terra natale, la Sicilia, a tredici anni, dopo aver assistito alla tragica morte della madre ed alla scomparsa del padre, forse innamorato assassino. Quel trauma sembra sepolto sia in Leonardo che nella fragile sorella Alessandra, fidanzata con lo scultore e pittore Harold, eccentrico slavo interpretato benissimo da Emir Kusturika di nuovo attore. Per ragioni di eredità Leonardo si ritrova a vagare nell'immensa villa dell'infanzia affidata per la vendita alla solare Donatella Finocchiaro. Il trauma risale alla superficie assieme ai ricordi frammentari e i bruschi silenzi dell'uomo, abituato ad ascoltare i pazienti, sono rotti dalle sollecitazioni della donna siciliana, capace di entrargli sotto pelle, di farlo parlare. Tra le barocche pareti della villa danzano i fantasmi del passato. Ma il passato non si può più nascondere e le anime morte del film si muovono in ambienti ricchi e decadenti, eccessivi nei dettagli, sovraccarichi in contrasto con il paesaggio aspro. Gusto ricco, sontuoso, elaborato.

11/11/2006 8.51