Marino Roselli: "Avvicinare i giovani alle istituzioni"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1220

PESCARA. Il presidente del Consiglio regionale ha inviato il Dizionario della Democrazia a tutti gli istituti superiori. Lunedì in programma un importante incontro sul tema.
Un libro sulla democrazia. E' questo il pensiero che il presidente del consiglio regionale, Marino Roselli, ha fatto a tutte le scuole della regione.
«E' un libro che rappresenta bene il lungo cammino dell'Italia repubblicana verso una Democrazia compiuta, è un libro che non deve mancare nella biblioteca di una Scuola», ha detto.
Il libro è il Dizionario della Democrazia - articolato intorno ai discorsi pronunciati in questi anni dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi - che la Presidenza del Consiglio regionale ha inviato a tutti gli Istituti Superiori della regione, con la preghiera di metterlo a disposizione degli studenti.
Il Dizionario è stato recapitato alle Scuole insieme all'invito per la manifestazione su “I giovani e le Istituzioni” dal significativo titolo “Accorciamo le distanze”, che si svolgerà lunedì 7 novembre alle ore 9.00 nella Sala consiliare del Comune di Pescara.
Prestigiose le presenze: dal Procuratore Capo Antimafia, Piero Grasso; a Maria Falcone, al giallista Carlo Lucarelli, al Prof. Mauro Fotia, ai giornalisti Francesco La Licata e Saverio Occhiuto. Ad accogliere gli ospiti ci saranno il Presidente Roselli e il Sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso. «Diamo fiducia ai giovani, ma stiamo vicini a loro, non per esigere, ma per sollecitare: è la frase del Presidente Ciampi che troviamo alla parola Giovani del suo Dizionario – rileva Roselli - e questa del 7 è una delle tante inziative che stiamo portando avanti proprio per stare vicino ai giovani, che sono il nostro futuro, il futuro della nostra Democrazia. La Democrazia è uno dei beni più preziosi che consegnamo ai nostri giovani e, proprio per questo, dobbiamo salvaguardarla attraverso azioni e iniziative ispirate ad un'etica della politica, che va riscoperta e sostenuta, soprattutto in un momento critico come l'attuale, in cui si assiste ad una recrudescenza dell'attacco delle organizzazioni mafiose alle Istituzioni».
In questo quadro si inserisce l'appuntamento di lunedì prossimo, un incontro per riflettere e confrontarsi con i giovani cittadini della nostra regione sul tema della legalità e per ricordare personalità che alla legalità e allo Stato hanno sacrificato la vita, come il giudice Giovanni Falcone. 04/11/2005 11.54